21 Settembre 2020 - 00:03

Casinò Saint-Vincent. Cognetta M5S presenta un’interpellanza: “840mila euro di parcella pagherà Frigerio oppure no?”

Milano. Gatti e Giove (ASL): “Nell’azzardo, come nelle altre dipendenze, le cause sono da cercare in fattori bio-psico-ambientali e socio-economici” Il Casinò de la Vallée ha pagato una parcella di

05 Gennaio 2017

Print Friendly, PDF & Email

Milano. Gatti e Giove (ASL): “Nell’azzardo, come nelle altre dipendenze, le cause sono da cercare in fattori bio-psico-ambientali e socio-economici”

Il Casinò de la Vallée ha pagato una parcella di “quasi un milione di euro” ad uno studio legale. Lo denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Roberto Cognetta in un post su Facebook in cui parla di “ennesimo enorme spreco”.

“Nel 2013 – spiega Cognetta – l’allora amministratore unico Frigerio decide di liquidare lo studio legale che utilizzava perché ritenuto troppo costoso e con una lettera nella quale, pur ammettendo l’ottimo lavoro svolto, dava il benservito ai professionisti propone una somma a saldo e stralcio di 8.000 euro. I professionisti in questione sorpresi e piuttosto perplessi rispondono che la somma fa ridere e che andranno per vie legali”. Cognetta, che sulla questione ha depositato una interpellanza da discutere in Consiglio Valle, spiega che il contenzioso scaturito è costato al Casinò 840.000 euro al netto di Iva e contributi previdenziali.

“Mi chiedo – afferma ancora il consigliere regionale – se nel contratto di Frigerio c’è la clausola di sgravio di responsabilità oppure se è a lui che dobbiamo chiedere i danni e come mai il nostro magnifico assessore Perron non ha fatto nulla sapendo che la questione era citata nella relazione del bilancio che ha approvato”.
PressGiochi