20 Settembre 2020 - 21:47

Casinò Saint Vincent. Cognetta (M5S): “I risultati della gestione sono disastrosi, basta alla partecipazione pubblica”

«Abbiamo superato la soglia di guardia. Sulla Casa da gioco di Saint-Vincent è ora di dire basta.» Il Consigliere del gruppo M5S Roberto Cognetta commenta così i risultati dell’andamento della

12 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

«Abbiamo superato la soglia di guardia. Sulla Casa da gioco di Saint-Vincent è ora di dire basta.» Il Consigliere del gruppo M5S Roberto Cognetta commenta così i risultati dell’andamento della gestione 2015 della Casinò de la Vallée, la società per azioni controllata dalla Regione che gestisce il Saint-Vincent Resort & Casinò, illustrati oggi, in quarta Commissione dall’Assessore regionale alle finanze, dall’Amministratore unico e dal Direttore generale della società.

«I risultati sono disastrosi – evidenzia il Consigliere Cognetta-: i debiti con le banche sono in aumento, è il quarto anno di fila che perdiamo soldi pubblici; i costi per il personale sono in crescita, mentre i risparmi di un anno ammontano a soli 500 mila euro.»

«Visto che la cura Sommo-Scordato non funziona – propone Cognetta -, credo sia giunto il momento alla politica di farsi da parte e di levare il Casinò dalle costole della Regione. Le continue ingerenze politiche e partitiche creano continui scontri tra i dipendenti e tra i vari reparti. La politica spinge la Direzione della Casa da gioco ad una privatizzazione selvaggia e poco trasparente dei servizi interni (ad esempio la sala conta, la manutenzione degli impianti), sottraendo professionalità a quei lavoratori che per anni hanno operato seriamente per il bene dell’azienda. Ormai in certi reparti la qualità dei servizi offerti è assolutamente scadente. Questa situazione è un ostacolo a qualunque forma di revisione dell’organizzazione e al buon funzionamento dell’azienda. O la politica si toglie dal Casinò o tanto vale chiuderlo, perché dobbiamo finirla con questa perdita continua di soldi pubblici. Bisogna avere il coraggio di ammettere che, in questo caso, la gestione pubblica è stata un fallimento e che bisogna cambiare direzione. O aspettiamo ottobre 2018 per fare le scelte obbligate?»

 

PressGiochi

 

Valle d’Aosta: audizione in Regione per l’amministratore e DG del Casinò de la Vallée