28 Settembre 2020 - 16:38

Casinò online: maggio si chiude con una crescita del 30,3%

Nel 2012 l’AAMS, oggi Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha reso legale il gioco d’azzardo online, con tutti i pro e i contro che ne derivano. Da una parte

20 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

Nel 2012 l’AAMS, oggi Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha reso legale il gioco d’azzardo online, con tutti i pro e i contro che ne derivano. Da una parte infatti, con le statistiche alla mano, possiamo vedere che sono tantissimi i giocatori che possono coltivare il loro hobby direttamente su internet, scommettendo cifre mensili moderate. Dall’altra invece, vi sono individui che sono arrivati a spendere più di quanto possono permettersi all’interno dei casinò, le poker room e le sezioni sportive.

Tuttavia l’identikit del giocatore italiano medio è piuttosto favorevole, perché vi è una spesa media mensile di circa 50€ per ogni persona iscritta ai vari casinò AAMS.

 

Statistiche aggiornate giorno per giorno in questo settore in continua espansione, dati a confronto e risultati positivi soprattutto per quanto riguarda i casinò online, con le loro slot machine, roulette e giochi di carte.

Dal 2014 al 2015 si è visto un incremento dei guadagni da parte dei principali casinò AAMS del 23%. Ciò significa che l’interesse dei giocatori per il mondo del gioco virtuale è cresciuto in modo esponenziale, di pari passo alla fiducia che ripongono in queste piattaforme legali e monitorate dagli organi di controllo italiani.

 

Oggi ci occupiamo nello specifico del mese di maggio. Si è da poco concluso e, confrontandolo con quello del 2015, possiamo vedere un aumento del 30,3%. Si è registrata una spesa di 34,7 milioni a discapito di maggio 2015, che si concluse con un incasso di 26,6 milioni di euro.

 

Il primo semestre del 2016 si è rivelato ottimo in tutti i sensi. Pensate che sono stati incassati fino ad oggi 174,9 milioni di euro. Il 2015 nel primo semestre segnò un incasso di 128,9 milioni.

 

Perché questo incremento?
L’uomo in qualche modo è sempre stato attratto dal gioco d’azzardo che, a differenza di quello d’intrattenimento, permetteva di vincere e perdere soldi ed oggetti di valore, regalando il giusto brivido d’adrenalina.

Questa passione si è sempre manifestata in circoli privati, gruppi d’amici, raduni ai bar e solo più tardi, all’interno dei casinò sparsi in varie parti del mondo. Sono nate così le slot machine, le roulette, il black jack e molti altri giochi che consentono di vincere denaro con  relativa facilità.

L’arrivo dei casinò online legali nel 2012 ha rivoluzionato il modo di percepire i casinò, per molti solo una realtà distante e ben lontana dal far parte della loro vita. Oggi basta accedere a una delle numerose piattaforme autorizzate AAMS, registrarsi e fare un versamento minimo per iniziare a scommettere e tentare la fortuna.

Dal 2012 a oggi di cose ne sono cambiate. Prima di questa data, i giocatori stimati erano circa 84.000 al mese. Passata tale soglia, si arriva a 150.000. Oggi si stimano 650.000 giocatori connessi. In un solo anno dall’apertura dei casinò legali il fatturato lievitò del 75%.

 

Tutto questo incremento è dovuto alla crescente fiducia che gli utenti riversano nei casinò online AAMS. Gli spostamenti di denaro avvengono su circuiti sicuri e protetti, i giochi provengono da software famosi in tutto il mondo per la loro serietà e qualità (ad esempio Microgaming, NetEnt e iSoftBet), le piattaforme permettono all’utente di registrarsi in pochi click nel rispetto delle leggi anti riciclaggio e l’assistenza clienti è sempre disponibile ad aiutare in ogni fase del gioco, del prelievo e dell’addebito su conto.

 

Oggi l’utente riversa la propria fiducia in questi siti online, accettando semplicemente il margine di rischio. Così, abbiamo modo di vedere l’incremento dei casinò online mese dopo mese e allo stesso tempo un giocatore sempre più consapevole, pronto a scommettere ma mai a spendere più di quanto si può permettere.

 

Non solo casinò

 

Gambling online non è sinonimo di casinò e slot machine. Molti gli appassionati ad esempio di poker e scommesse sportive. Questi mercati comunque, vivono un momento di lustro meno intenso.

 

I tornei di poker online ad esempio, che richiedono molte più competenze rispetto ai classici giochi come la roulette, hanno si chiuso in positivo maggio 2016, ma rimanendo in uno standard decisamente inferiore dei casinò. Maggio 2015 si è concluso con un incasso di 5,7 milioni, l’anno corrente con 6,1 milioni. Il primo semestre si è concluso con una crescita del 18,6%.

 

Non è andata invece altrettanto bene al poker cash game, che ha visto un calo del 9,6%. Una spesa media di 5,9 milioni di euro.

 

PressGiochi