27 Settembre 2020 - 15:53

Casino di Venezia: non ci sarà nessun nuovo bando di concorso

    Il sub commissario con delega alle partecipate, Vito Tatò, ha smentito davanti agli organi di stampa il rumor secondo cui ci sarebbe in programma un secondo bando per

15 Gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email

 

 

Il sub commissario con delega alle partecipate, Vito Tatò, ha smentito davanti agli organi di stampa il rumor secondo cui ci sarebbe in programma un secondo bando per la gestione del Casinò di Venezia.
Tatò ha colto l’occasione della presentazione alla stampa del piano di riduzione dei costi aziendali, per mettere a tacere una volta per tutte questa indiscrezione. Il sub commissario, tuttavia, non ha parlato della cordata di imprenditori che poco prima di Natale si era fatta avanti, capeggiata da Gianni Corradini.
Il sub commissario Tatò è quindi entrato nel vivo della questione, affermando come il Casinò di Venezia sia in crisi e come il Comune abbia la necessità di ripianare il bilancio attraverso il reperimento dei fondi. Tra gli interventi, la riduzione del costo del lavoro è come spesso succede in questi casi il primo punto all’ordine del giorno.

 

PressGiochi