29 Settembre 2020 - 09:35

Casinò di Sant Vincent: i sindacati si oppongono alla disdetta degli accordi di 1° e 2° livello

A seguito dell’incontro avvenuto l’8 giugno scorso dove l’amministratore unico della Casa da gioco di Saint Vincent Luca Frigerio ha comunicato la volontà di disdire gli accordi di lavoro di

15 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

A seguito dell’incontro avvenuto l’8 giugno scorso dove l’amministratore unico della Casa da gioco di Saint Vincent Luca Frigerio ha comunicato la volontà di disdire gli accordi di lavoro di secondo livello e parte del contratto di primo livello, le segreterie di Slc-Cgil Cisl Savt Snalc Ugl Uilcom stigmatizzano con forza le modalità utilizzate per comunicare una scelta di tale delicatezza e importanza, visto che il tutto è avvenuto in coda ad una riunione convocata con tutt’altro oggetto all’ordine del giorno senza tra l’altro che vi fosse la presenza della proprietà e delle rappresentanze aziendali sindacali – si legge in un comunicato congiunto delle organizzazioni sindacali.

“In attesa di poter analizzare la documentazione relativa alle disdette preannunciate e di valutare con i propri organi dirigenti e con i lavoratori le azioni da mettere in atto, Slc-Cgil Cisl Savt Snalc Ugl Uilcom ritengono che ci si trovi di fronte ad una gravissima ed inaspettata decisione unilaterale del tutto immotivata. Le organizzazioni sindacali infatti non si sono mai sottratte dalle trattative avviate nei primi mesi dell’anno sulla riduzione del costo del personale, trattative che però si sono improvvisamente interrotte ormai da diverso tempo visto che l’azienda non ha più convocato nessun incontro su tale argomento”.

PressGiochi