24 Settembre 2020 - 19:48

Casinò di Sanremo: il Comune non rinnova i contratti ai controllori ausiliari

Il Comune di Sanremo non rinnova i contratti ai controllori ausiliari del casinò. Il Corpo va verso la chiusura. I circa 40 ausiliari (dipendenti comunali che collaborano con i dipendenti

02 Gennaio 2017

Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Sanremo non rinnova i contratti ai controllori ausiliari del casinò. Il Corpo va verso la chiusura. I circa 40 ausiliari (dipendenti comunali che collaborano con i dipendenti effettivi nel controllo della regolarità del gioco) non hanno ricevuto alcuna comunicazione da Palazzo Bellevue.

A svolgere attività di controllo sono rimasti i cinque dipendenti comunali che svolgono l’attività a tempo pieno, più uno part time. Non saranno più supportati dagli ausiliari che andavano a supplire alle carenze di organico del Corpo speciale di controllo, istituito per garantire il Comune di Sanremo e i giocatori del casinò.

Nelle sale da gioco erano 11 i controllori ausiliari che collaboravano con i dipendenti effettivi nell’apertura e chiusura dei tavoli, nel controllo della regolarità del gioco, nelle operazioni previste dal regolamento comunale. I rimanenti svolgevano servizio di controllo dalle slot machine, il core-business dell’azienda.

«I controllori ausiliari svolgevano la loro attività da parecchi anni e questa è una sorpresa sgradita, considerato che il Ministero dell’Interno ritiene indispensabile un’attività effettiva di controllo sulla casa da gioco», dicono alcuni dipendenti comunali.

PressGiochi

 

Casinò Sanremo. Dicembre chiude a quota 4,2 milioni di euro (+1,3% rispetto al 2015)

Casinò di Venezia. L’Ass. Zuin: “Non solo un problema di incassi, ma anche di costi”