21 Settembre 2020 - 15:19

Casinò di Saint-Vincent. Vierin (UVP): “Promozioni sono nota stonata”

“In un momento di crisi del Casinò di Saint-Vincent le promozioni sono una nota stonata”. Lo ha detto oggi in Consiglio regionale Laurent Viérin (Alpe) durante la discussione di una

08 Aprile 2015

Print Friendly, PDF & Email

“In un momento di crisi del Casinò di Saint-Vincent le promozioni sono una nota stonata”. Lo ha detto oggi in Consiglio regionale Laurent Viérin (Alpe) durante la discussione di una interrogazione del gruppo di opposizione riguardante recenti provvedimenti di cui hanno beneficiato alcuni dipendenti della casa da gioco. In particolare, sono stati 14 i passaggi di carriera dei croupier, previsti dal contratto collettivo.

Inoltre – secondo quanto ha riferito l’assessore alle finanze Ego Perron – tre guardiani esterni e sei vice ispettori del reparto roulette francese e fairoulette hanno incrementato il proprio livello in base all’applicazione di accordi sindacali. Dal primo aprile infine è anche avvenuto un passaggio di livello per scelta discrezionale dell’azienda (su cui il M5S ha presentato un’interpellanza).

“In un momento in cui il Casinò versa in una crisi profonda, con un primo trimestre 2015 negativo, – ha commentato Laurent Viérin – in cui chiede sacrifici ai lavoratori attraverso piani aziendali che hanno lasciato segni profondi, vi sono delle scelte che lasciano perplessi”. Secondo Viérin “non vi possono essere due pesi e due misure: da una parte vi sono avanzamenti di carriera che derivano da condizioni contrattuali, dall’altra promozioni discrezionali di cui non si conoscono i criteri.

PressGiochi