23 ottobre 2019
ore 13:09
Home Casinò Casinò de la Vallée. Per il M5S, l’incarico a Sommo è incompatibile con la sua appartenenza professionale”

Casinò de la Vallée. Per il M5S, l’incarico a Sommo è incompatibile con la sua appartenenza professionale”

SHARE
Casinò de la Vallée. Per il M5S, l’incarico a Sommo è incompatibile con la sua appartenenza professionale”

Presso il consiglio regionale della Valle d’Aosta che si terrà nei prossimi giorni, non poteva di certo mancare l’attenzione in merito al nuovo amministratore unico del casinò Saint Vincent, Lorenzo Sommo.

E’ il M5S che con Stefano Ferrero chiede al presidente regionale attraverso una interrogazione a risposta immediata informazioni in merito alla nomina del nuovo amministratore della Casinò de la Vallée spa.

“Si tratterebbe – fa sapere il grillino – di persona che svolge l’attività professionale di avvocato e che pertanto sussisterebbero perplessità sulla legittimità della nomina per ragioni di incompatibilità con l’incarico conferito in relazione alla normativa che regola la precitata attività professionale”.

Per questo, Ferrero chiede al Governo regionale di far sapere se siano stati effettuati tutti gli opportuni accertamenti necessari ad escludere tassativamente qualsiasi causa di incompatibilità in relazione alla nomina del nuovo amministratore della società partecipata Casino’ de la Vallée S.p.a.

 

La seconda interrogazione sul casinò arriva dal Gruppo Alpe che con Albert Chatrian e Patrizia Morelli denuncia le azioni di concorrenza sleale attuate dal casinò nei confronti delle sale da gioco locali.

“Probabilmente – spiegano – il Bilancio 2014 della Casa da gioco di Saint-Vincent sarà approvato nei prossimi giorni e che le perdite di esercizio saranno “pesanti”. Al 10 luglio 2015, per quanto riguarda gli introiti lordi di gioco, si sia registrata una pesante perdita rispetto allo stesso periodo del 2014, pari a 4 milioni di euro. La concorrenza sleale nei confronti delle aziende private locali continua a persistere all’interno delle strutture della Casa da gioco e che, ai potenziali clienti, viene offerto un mega buffet gratuito anche se non giocano un euro”

Morelli e Chatrian chiedono di sapere a quale strategia di mercato corrispondano tali azioni e quali siano gli intendimenti in merito.

PressGiochi

 

 

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN