27 Settembre 2020 - 21:17

Casinò de la Valleé di Saint-Vincent. Spesi più di 1 milione per i servizi svolti dai procacciatori di clientela

Nel 2014 il Casinò de la Vallee di Saint-Vincent ha speso un milione e 87.000 euro per i servizi svolti dai ‘porteurs’, ovvero i ‘procacciatori di clientela’. Il dato è

11 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

Nel 2014 il Casinò de la Vallee di Saint-Vincent ha speso un milione e 87.000 euro per i servizi svolti dai ‘porteurs’, ovvero i ‘procacciatori di clientela’. Il dato è stato fornito dall’assessore regionale alle finanze, Ego Perron, rispondendo ad un’interpellanza del Movimento 5 Stelle.

Si tratta – ha precisato Perron – di figure “strategiche per tutti i casinò di medie e grandi dimensioni”, “fondamentali per l’acquisizione di nuovi giocatori, di elevato potenziale, provenienti da zone geografiche non di prossimità, e per la loro successiva fidelizzazione”. I compensi per i ‘porteurs’ si basano sul potenziale e sul volume di gioco espresso dal giocatore.
Stefano Ferrero (M5S) ha puntato il dito contro l’assenza di controlli sull’attività dei ‘procacciatori di clienti’: “Sono soldi buttati al vento, gestiti con disinvoltura, e poi quando c’è da tagliare l’azienda se la prende con i dipendenti”.

PressGiochi