28 Settembre 2020 - 23:46

Capezzone (Fi) lascia la Commissione Finanze: “Il Governo ha sciupato la delega fiscale e ora sostituisce chi ci ha lavorato”

“E’ sinceramente poco edificante e molto deludente (anche se certamente non nuovo: altro che rottamazione, qui siamo alla restaurazione della vecchia politica…) il clima da calciomercato che caratterizza l’azione della

21 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

“E’ sinceramente poco edificante e molto deludente (anche se certamente non nuovo: altro che rottamazione, qui siamo alla restaurazione della vecchia politica…) il clima da calciomercato che caratterizza l’azione della maggioranza, che al Senato cerca nuovi acquisti, mentre alla Camera puntella la coalizione a suon di poltrone e strapuntini”. Queste le parole di Daniele Capezzone, da oggi non più presidente della Commissione Finanze della Camera.

“E’ paradossale che un Governo che non è stato in grado di realizzare la delega fiscale sostituisca ora chi – come me – ha contribuito in modo decisiva a realizzarla, essendone relatore ed estensore delle parti più innovative, pro-impresa e pro-contribuenti. Piu’ volte ne ho sollecitato una piena e adeguata attuazione. È un caso da manuale. Mentre Renzi racconta la favola di un Governo che agisce e di un Parlamento che frena, nel nostro caso e’ stato vero l’esatto contrario: in 9 mesi, con una vasta convergenza parlamentare tra maggioranza e opposizioni, abbiamo realizzato una importantissima legge-delega, mentre nel 16 mesi successivi (ripeto: 16 mesi!) il Governo ha largamente sciupato questa opportunità (giochi inclusi, ndr). È ora sostituisce chi ha prodotto quel buon risultato parlamentare”.

 

Prevista per oggi infatti la sostituzione di Daniele Capezzone (Fi) dalla presindenza della commissione Finanze con Maurizio Bernando (Ap-Ncd). Scelto come vicepresidente, invece, una vecchia conoscenza del mondo dei giochi, Alberto Giorgetti di Forza Italia ex sottosegretario all’economia con delega ai giochi.

Nelle votazioni previste per oggi, dovrebbero cambiare le presidenze di 5 commissioni su 14.

L’attuale presidente della XII commissione Pierpaolo Vargiu è destinato a lasciare la sua poltrona a Mario Marazziti (Pi-Cd). Alla I commissione, Andrea Mazziotti di Celso (Sc) prenderà il posto di Francesco Paolo Sisto (Fi).

Per quanto poi riguarda le altre commissioni, Francesco Saverio Garofani (Pd) dovrebbe invece sostituire il berlusconiano Elio Vito in commissione Difesa. Dovrebbe perdere l’incarico anche Giancarlo Galan (Fi), sostituito da Flavia Piccoli Nardelli (Pd).

PressGiochi