25 Settembre 2020 - 14:55

Canelli (At): passa la proposta di tagli alla Tari per chi rinuncia alle slot

Mentre il comune di Legnano decide di bocciare la proposta di sgravi fiscali per i locali che dismettono gli apparecchi da gioco, non fa altrettanto il comune di Canelli, in

18 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Mentre il comune di Legnano decide di bocciare la proposta di sgravi fiscali per i locali che dismettono gli apparecchi da gioco, non fa altrettanto il comune di Canelli, in provincia di Asti, che approva un odg della minoranza.

L’amministrazione Gabusi ha infatti accolto all’unanimità la proposta dei Cinque Stelle di scontare del 30% in bolletta la TARI a tutti quegli esercizi commerciali che disinstalleranno slot machine, a coloro che si impegneranno a non installarle in futuro oltre a chi, ovviamente, non ha mai fatto ricorso alle macchinette per integrare gli incassi.

Lo “sconto”sarà applicato alle tariffe del 2017 e interesserà bar e tabacchini.

Come ha spiegato il sindaco Marco Gabusi, “Questa proposta ci trova tutti d’accordo. L’abuso e la dipendenza dal gioco d’azzardo sono mali generati della crisi economica ed è giusto che un’amministrazione seria faccia ciò che ritiene giusto per arginarli”.

“ Ho elaborato questa proposta e la sento un po’ come una mia creatura- ha spiegato il firmatario Alberto Barbero – E’ importante che le amministrazioni comunali premino quelle attività che decidono di non ricorrere alle slot machine».

PressGiochi