16 Settembre 2021 - 13:05

Camorra e slot machine: confiscati 127 apparecchi da gioco e 300mila euro

Nella giornata di oggi, gli agenti della Divisione Anticrimine della Questura di Caserta e della Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise (CE) hanno eseguito i decreti di confisca, emessi

13 Settembre 2021

Print Friendly, PDF & Email

Nella giornata di oggi, gli agenti della Divisione Anticrimine della Questura di Caserta e della Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise (CE) hanno eseguito i decreti di confisca, emessi Tribunale di S. Maria Capua Vetere (CE) – Sezione per l’applicazione di misure di prevenzione, nei confronti di persone associate al Clan Belforte e noti imprenditori nel settore delle slot machine.

I provvedimenti eseguiti hanno interessato autoveicoli, ditte individuali comprensive di beni strumentali, tra i quali 127 apparecchi da gioco già installati presso numerosi esercizi commerciali sul territorio del Comune di Maddaloni e viciniori, per un valore complessivo di 300mila euro.

Tali provvedimenti di confisca fanno seguito al Tribunale sammaritano ed eseguito il 18 aprile 2019 sulla base di mirati accertamenti patrimoniali sviluppati da Polizia e Guardia di Finanza. Per i due, ancora detenuti, è stata disposta la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza. Inoltre, colpiscono il patrimonio illecitamente accumulato dalla famiglia, che attraverso metodi estorsivi era riuscita a riconquistare gran parte del mercato degli apparecchi da gioco nel territorio locale.

 

 

PressGiochi