01 Ottobre 2020 - 08:43

Camera. Dl Fiscale, ripresentato emendamento Bergamini (Fi) su fusione Aams con Agenzia entrate

CE. Notificato dalla Germania progetto di legge su modifica procedura di concessione per scommesse sportive Riprendono oggi alla Camera i lavori sul decreto legge recante Disposizioni urgenti in materia fiscale

15 Novembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

CE. Notificato dalla Germania progetto di legge su modifica procedura di concessione per scommesse sportive

Riprendono oggi alla Camera i lavori sul decreto legge recante Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili, tra gli emendamenti che verranno discussi questa mattina ritroviamo l’emendamento dell’onorevole Bergamini (Fi) che “prevede l’incorporazione nell’Agenzia delle entrate dell’Agenzia del demanio e dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, e l’istituzione dell’«Agenzia delle entrate, del demanio delle dogane e dei monopoli”.

Di seguito il testo dell’emendamento

Art. 1-bis.
(Incorporazione dell’Agenzia del demanio e dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli nell’Agenzia delle entrate, e istituzione dell’«Agenzia delle entrate, del demanio delle dogane e dei monopoli»).

1. L’Agenzia del demanio e l’Agenzia delle dogane e dei monopoli sono incorporate nell’Agenzia delle entrate ai sensi del comma 2 a decorrere dal 1o luglio 2017 e i relativi organi decadono, fatti salvi gli adempimenti di cui al comma 4. Entro il 30 aprile 2017 il Ministro dell’economia e delle finanze trasmette una relazione al Parlamento.
2. Le funzioni attribuite agli enti di cui al comma 1 dalla normativa vigente continuano ad essere esercitate, con le inerenti risorse umane, finanziarie e strumentali, compresi i relativi rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, senza che sia esperita alcuna procedura di liquidazione, neppure giudiziale, dall’Agenzia delle entrate, che assume la denominazione di «Agenzia delle entrate, del demanio, delle dogane e dei monopoli».
3. Con decreti di natura non regolamentare del Ministro dell’economia e delle finanze da adottare entro il 31 luglio 2017, sono trasferite le risorse umane, strumentali e finanziarie degli enti incorporati e sono adottate le misure eventualmente occorrenti per garantire la neutralità finanziaria per il bilancio dello Stato dell’operazione di incorporazione. Fino all’adozione dei predetti decreti, per garantire la continuità dei rapporti già in capo all’ente incorporato, l’Agenzia incorporante può delegare uno o più dirigenti per lo svolgimento delle attività di ordinaria amministrazione, ivi comprese le operazioni di pagamento e riscossione a valere sui conti correnti già intestati all’ente incorporato che rimangono aperti fino alla data di emanazione dei decreti medesimi.
4. Entro il 31 luglio 2017, i bilanci di chiusura degli enti incorporati sono deliberati dagli organi in carica alla data di cessazione dell’ente, corredati della relazione redatta dall’organo interno di controllo in carica alla data di incorporazione dell’ente medesimo e trasmessi per l’approvazione al Ministero dell’economia e delle finanze. Ai componenti degli organi degli enti di cui al comma 1 i compensi, indennità o altri emolumenti comunque denominati ad essi spettanti sono corrisposti fino alla data di adozione della deliberazione dei bilanci di chiusura e, comunque, non oltre novanta giorni dalla data di incorporazione. Il comitato di gestione dell’Agenzia incorporante è rinnovato entro quindici giorni decorrenti dal termine di cui al comma 1, anche al fine di tenere conto del trasferimento di funzioni derivante dal presente articolo.
5. A decorrere dal 1o luglio 2017 le dotazioni organiche dell’Agenzia incorporante è provvisoriamente incrementata di un numero pari alle unità di personale di ruolo trasferite, in servizio presso gli enti incorporati. Detto personale è inquadrato nei ruoli dell’Agenzia incorporante. I dipendenti trasferiti mantengono l’inquadramento previdenziale di provenienza ed il trattamento economico fondamentale e accessorio, limitatamente alle voci fisse e continuative, corrisposto al momento dell’inquadramento; nel caso in cui tale trattamento risulti più elevato rispetto a quello previsto per il personale dell’amministrazione incorporante, è attribuito per la differenza un assegno ad personam riassorbibile con i successivi miglioramenti economici a qualsiasi titolo conseguiti.
6. Per i restanti rapporti di lavoro l’Agenzia incorporante subentra nella titolarità del rapporto fino alla naturale scadenza.
7. L’Agenzia incorporante esercita i compiti e le funzioni facenti capo agli enti incorporati con le articolazioni amministrative individuate mediante le ordinarie misure di definizione del relativo assetto organizzativo. Per lo svolgimento sul territorio dei compiti già devoluti alle Agenzie incorporate, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli stipula apposite convenzioni, non onerose, con la Guardia di finanza e con l’Agenzia delle entrate. Al fine di garantire la continuità delle attività già facenti capo agli enti di cui al presente comma fino al perfezionamento del processo di riorganizzazione indicato, l’attività facente capo ai predetti enti continua ad essere esercitata dalle articolazioni competenti, con i relativi titolari, presso le sedi e gli uffici già a tal fine utilizzati. Nei casi in cui le disposizioni vigenti o atti amministrativi ovvero contrattuali fanno riferimento all’Agenzia del territorio ed all’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato si intendono riferite, rispettivamente, all’Agenzia delle entrate ed all’Agenzia delle dogane e dei monopoli.
8. Le risorse finanziarie disponibili, a qualsiasi titolo, sui bilanci degli enti incorporati ai sensi del presente articolo sono versate all’entrata del bilancio dello Stato e sono riassegnate, a far data dall’anno contabile 2018, all’Agenzia incorporante. Al fine di garantire la continuità nella prosecuzione dei rapporti avviati dagli enti incorporati, la gestione contabile delle risorse finanziarie per l’anno in corso, già di competenza dell’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, prosegue in capo alle equivalenti strutture degli uffici incorporanti.

PressGiochi