16 Maggio 2022 - 07:40

Camelot in causa per la National Lottery: a rischio la sopravvivenza dell’azienda

Il caso di Camelot in lizza per la quarta licenza della National Lottery UK continua a tenere banco presso l’Alta Corte con l’operatore che mantiene le sue preteste sui termini

12 Maggio 2022

Print Friendly, PDF & Email

Il caso di Camelot in lizza per la quarta licenza della National Lottery UK continua a tenere banco presso l’Alta Corte con l’operatore che mantiene le sue preteste sui termini futuri del contratto.

Secondo quanto riferito, un rappresentante della società ha informato l’Alta Corte che l’azienda rischia di “cessare di esistere” se la prossima licenza decennale per la lotteria nazionale sarà assegnata alla società ceca Allwyn.

Lo scorso marzo, la UK Gambling Commission (UKGC) ha concluso il percorso di assegnazione della licenza scegliendo l’operatore paneuropeo della lotteria Allwyn per il ruolo di prossimo operatore della lotteria nazionale, la licenza verrà rilasciata il prossimo febbraio 2024.

Camelot, di fatto, è stato l’unico amministratore della lotteria nazionale sin dalla sua nascita nel 1994, e quindi il passaggio del contratto ad Allwyn tra due anni costringerebbe effettivamente l’ex operatore a cessare le operazioni.

Tuttavia, come riportato dal Daily Mail, la Queen’s Counsel Sarah Hannaford – che rappresenta l’UKGC – ha affermato che questo non è un argomento valido. Ha sostenuto che Camelot si era affermata come una Socità Veicolo di Cartolarizzazione (SPV), e quindi la possibilità di perdere il suo unico contratto era sempre un rischio. La licenza che ha stipulato gli consente di svolgere la lotteria nazionale del Regno Unito e attività accessorie solo se c’è un accordo”, ha affermato. “Camelot UK ha deciso di operare come hanno fatto ed era perfettamente prevedibile che potessero perdere un contratto”.

L’appello di Camelot è stato lanciato per la prima volta il mese scorso. All’epoca, l’amministratore delegato Nigel Raliton ha sottolineato che l’UKGC non aveva fornito una “risposta soddisfacente” sul motivo per cui aveva rifiutato l’offerta, ma l’autorità di regolamentazione ha mantenuto la sua decisione e i suoi processi. La Commissione ha dichiarato: “La concorrenza e la nostra valutazione sono state eseguite in modo equo e legale in conformità con i nostri doveri di legge e siamo fiduciosi che un tribunale sarebbe giunto a tale conclusione”.

La vittoria di Allwyn nella gara ha ricevuto anche critiche più ampie da parte di alcune figure politiche. Il deputato del Watford Dean Russell ha attirato l’attenzione sul fatto che Camelot ha una notevole forza lavoro, e criticato i presunti legami del proprietario di Allwyn Kamel Komarek con la Russia sulla scia del conflitto in Ucraina.

L’esito della gara di licenza è stato difeso dal vicepremier Dominic Raab, che ha sottolineato l’opposizione di Komarek all’amministrazione di Vladimir Putin. Ha anche evidenziato gli sforzi compiuti dall’uomo d’affari per porre fine al suo coinvolgimento in una joint venture con la società energetica russa Gazprom. Komarek, la cui azienda ha scritto una lettera congiunta con l’altra sua holding KKCG, ha risposto alle affermazioni dei parlamentari con la sua stessa dichiarazione: “La triste realtà è che un partito nel Regno Unito desidera utilizzare la guerra in Ucraina come parte di un tentativo sgradevole e vergognoso per screditare la squadra di Allwyn e fare un’offerta per gestire la lotteria nazionale”.

 

PressGiochi

×