30 Gennaio 2023 - 02:13

Cambogia. Stretta del Governo contro il lavoro illegale nei casinò

Il ministro degli interni cambogiano afferma che i casinò di Bavet impiegano centinaia di lavoratori illegali.

24 Gennaio 2023

Print Friendly, PDF & Email

Il ministro degli interni cambogiano Sar Kheng ha affermato che molti casinò della città di Bavet, nella provincia di Svay Rieng, impiegano lavoratori stranieri illegalmente. In un post su Facebook, ha affermato che solo 470 lavoratori stranieri su 3.800 sono registrati mentre gli altri lavorano senza permesso.

Kheng ha detto che collaborerà con il ministero del lavoro e della formazione professionale per ispezionare i lavoratori stranieri e verificare se hanno i permessi di lavoro.

Ith Samheng, il ministro del lavoro, ha osservato che il numero totale di stranieri con permessi di lavoro è aumentato da 400 nel 2013 a 207.886 nel 2019, scendendo a 181.653 nel 2022. Ha affermato che il ministero ha raccolto circa 22,8 milioni di dollari dal rilascio di permessi di lavoro, 6 milioni da

visti di lavoro e circa $ 760.000 di multe da stranieri che lavorano illegalmente.

Il nuovo piano d’azione congiunto del ministero mira a combattere il traffico di esseri umani, manodopera e sesso, nonché i crimini legati al gioco d’azzardo illegale, alla frode informatica, al traffico di droga e al riciclaggio di denaro.

La commissione interministeriale per promuovere l’ispezione dei lavoratori stranieri ha avviato un’operazione semestrale da gennaio a giugno 2023, suddivisa in due parti.

I datori di lavoro di manodopera straniera, inclusi casinò e club, saranno tenuti a fornire alle autorità rapporti sul numero di lavoratori che impiegano. Quindi, le autorità visiteranno e ispezioneranno tutte le aziende che impiegano manodopera straniera.

Potrebbe essere applicata una multa se le autorità scoprono che le aziende nascondono informazioni sui lavoratori stranieri.

Negli ultimi anni la Cambogia ha visto molti casi di tratta di esseri umani legati al gioco d’azzardo.

Lo scorso novembre, il Paese ha rafforzato i legami con la Cina per combattere il traffico di esseri umani, il gioco d’azzardo online illegale e le truffe nelle telecomunicazioni.

Le autorità nazionali della Cambogia hanno anche invitato i governi provinciali a rafforzare i controlli sull’industria del gioco e Ros Phearun, segretario generale del Comitato di gestione del gioco d’azzardo cambogiano del Ministero dell’economia e delle finanze, ha esortato le autorità a chiudere il gioco d’azzardo illegale nei caffè e nei negozi.

PressGiochi