28 Settembre 2020 - 04:53

Bratislava. Petizione contro il gioco d’azzardo. Gli operatori: “La citta perderà milioni di entrate”

Una petizione popolare è stata indirizzata al Consiglio comunale di Bratislava per chiedere l’introduzione di un divieto al gioco d’azzardo e ai casinò nella capitale slovacca. Affinché la petizione sia

29 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Una petizione popolare è stata indirizzata al Consiglio comunale di Bratislava per chiedere l’introduzione di un divieto al gioco d’azzardo e ai casinò nella capitale slovacca. Affinché la petizione sia valida, deve essere firmata da almeno il 30% dei residenti adulti della città.

A questa mossa ha reagito con sconcerto l’Associazione degli operatori dei videogiochi (Azah), che ha messo in guardia il comune sul fatto che, se il divieto venisse concesso, perderebbe entrate provenienti da imposte e spese amministrative per un importo superiore ai 4 milioni e mezzo di euro all’anno. E questo soltanto dai locali che fanno attività di casinò e slot machine. La Azah ricorda che tale cifra eguaglia più o meno il budget comunale annuo per la cultura, ed è di molto superiore al bilancio per lo sport in città.

Sarebbe stato più saggio, dice Azah, interpellarci e chiederci conto di specifiche problematiche anziché lanciare una battaglia contro un “nemico fittizio”.

PressGiochi