25 Ottobre 2020 - 14:06

Borgomeo (Aiart): “Su giochi bene lavoro del governo, ma occorre vietare la pubblicità sul prime time”

“Bene l’impegno del governo per il decreto legislativo che riordina la normativa dei giochi. Ma fondamentale sara’ mettere un freno agli spot in tv, soprattutto nel prime time, ovvero in

12 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

“Bene l’impegno del governo per il decreto legislativo che riordina la normativa dei giochi. Ma fondamentale sara’ mettere un freno agli spot in tv, soprattutto nel prime time, ovvero in quella fascia televisiva piu’ sensibile e maggiormente ambita dagli inserzionisti’’. Lo afferma il presidente dell’associazione di telespettatori cattolici AIART Luca Borgomeo. ’’Quanti bambini, ragazzi sono davanti la tv alle ore 20? Tantissimi. E’ giusto bombardarli con spot che incitano a giocare? No – continua Borgomeo a il Velino – Tra l’altro, si tratta di spot che violano la legge, visto che raramente indicano le probabilita’ di vincita’’. L’Aiart da tempo si batte per mettere un freno agli spot del gioco. Nelle settimane scorse era stata accolta con favore il divieto di pubblicita’ in tv per i giochi d’azzardo tra le 16 e le 19 ma anche allora era stato ricordato che per essere davvero efficaci bisogna incidere sul prime time. ’’Li’ sono i veri interessi, e soprattutto e’ in quella fascia oraria che i minori rischiano di subire i danni maggiori dalla pubblicita’ televisiva’’.

PressGiochi