29 Settembre 2020 - 14:00

Borgomeo (Aiart): “No a spot gioco nel prime time”

“I dati sul gioco d’azzardo di Nomisma sono allarmanti. Fondamentale sarà mettere un freno agli spot in tv, soprattutto nel prime time, ovvero in quella fascia televisiva più sensibile e

02 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

“I dati sul gioco d’azzardo di Nomisma sono allarmanti. Fondamentale sarà mettere un freno agli spot in tv, soprattutto nel prime time, ovvero in quella fascia televisiva più sensibile e maggiormente ambirà dagli inserzionisti. Purtroppo se ne è parlato molto ma non si è fatto niente”. Lo afferma il presidente dell’associazione di telespettatori cattolici Aiart, Luca Borgomeo. “Quanti bambini, ragazzi sono davanti la Tv alle ore 20? Tantissimi. È giusto bombardarli con spot che incitano a giocare? No – continua Borgomeo -. Tra l’altro, si tratta di spot che violano la legge, visto che raramente indicano le probabilità di vincita”.

PressGiochi