21 Ottobre 2020 - 10:20

Borgomanero. Il sindaco mette un freno alle slot machine

Detto fatto. Dopo averla annunciata alcune settimane fa il sindaco di Borgomanero, Anna Tinivella, ha firmato oggi un’ordinanza con cui il Comune intende regolamentare gli orari di accensione delle slot

15 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Detto fatto. Dopo averla annunciata alcune settimane fa il sindaco di Borgomanero, Anna Tinivella, ha firmato oggi un’ordinanza con cui il Comune intende regolamentare gli orari di accensione delle slot machine presenti in città.

L’ordinanza, nata per contrastare il fenomeno crescente delle ludopatie, prevede che le macchinette siano accese in orari prestabiliti: dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23 di tutti i giorni, festivi compresi.

La decisione del primo cittadino segue un percorso ben preciso iniziato nel luglio 2013, quando il Consiglio comunale aveva approvato una mozione in cui si richiedeva un intervento delle istituzioni contro la diffusione del gioco d’azzardo. A supporto di questa deliberazione il sindaco aveva scritto ai presidenti della Camera dei Deputati e del Senato, del Consiglio dei Ministri e della Regione Piemonte, chiedendo loro un intervento normativo volto a contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo.

Successivamente, l’assessorato alle Politiche giovanili in collaborazione con l’InformaGiovani del Comune, aveva strutturato una campagna di informazione e sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza e in particolar modo agli studenti, culminata con una serie di incontri negli istituti scolastici superiori della città.

PressGiochi