26 Settembre 2020 - 18:25

Borgomanero. I gestori affilano le armi contro l’ordinanza Tinivella

A Borgomanero dopo l’entrata in vigore del nuovo regolamento sulle slot machine dello scorso giugno scoppia la polemica tra gli esercenti che lamentano un crollo del proprio giro d’affari denunciando

03 Agosto 2015

Print Friendly, PDF & Email

A Borgomanero dopo l’entrata in vigore del nuovo regolamento sulle slot machine dello scorso giugno scoppia la polemica tra gli esercenti che lamentano un crollo del proprio giro d’affari denunciando la limitazione della propria libertà commerciale.

L’ordinanza del sindaco Anna Tinivella mira a limitare l’utilizzo delle macchinette a due fasce orarie giornalierie, dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23. I gestori ora si sono rivolti all’associazione Sapar, Sezione Apparecchi Pubbliche Attrazioni, per inoltrare il ricorso al Tar.

Due i punti contestati. Il gioco d’azzardo è regolamentato dallo Stato e quindi sicuro. I paesi limitrofi non hanno alcuna limitazione oraria e di conseguenza, per chi ricorre, risulta inutile il provvedimento come contrasto alla ludopatia.

PressGiochi