25 Settembre 2020 - 09:22

Borgo Virgilio. Ferrazzi: “Contro il gioco partire da mappatura e azioni no-slot”

Il Comune di Borgo Virgilio insieme a quello di Gonzaga si è aggiudicato il Bando della Regione Lombardia per la realizzazione di progetti per il contrasto al Gap. Il progetto,

10 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Borgo Virgilio insieme a quello di Gonzaga si è aggiudicato il Bando della Regione Lombardia per la realizzazione di progetti per il contrasto al Gap.

Il progetto, che ha ricevuto 12.256 euro, partirà in settembre e avrà una durata di circa dieci mesi. Sono previste quattro azioni: informazione-comunicazione, formazione, mappatura e azioni no slot. «Saranno prioritarie due azioni in particolare – spiega il consigliere delegato Giulia Ferrazzi – la mappatura e le azioni no slot, rispettivamente per fotografare la realtà esistente e per attivare azioni di informazione alla popolazione rispetto al problema e alla promozione di stili di vita sani attraverso iniziative di formazione. In questo senso avremo a disposizione persone capaci di intercettare il fenomeno e segnalarlo agli enti di competenza in modo da divenire moltiplicatori di prevenzione».

L’amministrazione aveva partecipato come capofila al bando indetto dall’assessorato di Viviana Beccalossi «Per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di prevenzione e contrasto alle forme di dipendenza dal gioco d’azzardo lecito» e si era candidata insieme a Curtatone e Roncoferraro con “A che gioco giochiamo?”. «Nei nostri territori, come in tutto il resto d’Italia – osserva Ferrazzi – purtroppo si riscontra il fiorire di esercizi commerciali finalizzati alla promozione delle attività del gioco d’azzardo».

PressGiochi