18 settembre 2019
ore 18:08
Home Associazioni Bolzano. La Sentinella: “Bocciato il proibizionismo nell’ultimo consiglio, risultato storico”

Bolzano. La Sentinella: “Bocciato il proibizionismo nell’ultimo consiglio, risultato storico”

SHARE
Bolzano. La Sentinella: “Bocciato il proibizionismo nell’ultimo consiglio, risultato storico”

L’associazione “La Sentinella”, presieduta da Luigi Nevola, commenta il voto di ieri durante il consiglio comunale di Bolzano.

“Mercoledì 20 dicembre 2017- commentano- il Consiglio Comunale di Bolzano ha bocciato con 16 NO, 17 astenuti e solo 7 favorevoli, un documento voto al bilancio presentato dal Gruppo del M5S, relativo ad una proposta di inasprimento della riduzione degli orari delle slot e delle sale gioco presenti sul territorio comunale.

Si tratta di un evento storico per Bolzano, fino a ieri capofila del gioco illegale in Italia e del proibizionismo. Si tratta di una votazione storica e simbolica anche dal punto di vista politico, infatti tutti i capogruppo dei principali partiti, dalla SVP, al PD, passando per il Centrodestra, la Lega Nord, Forza Italia hanno votato espressamente contro il documento. Soltanto movimenti estremisti e populisti come CasaPound e il Movimento 5 Stelle hanno votato a favore, altri meno informati sul tema hanno scelto in coscienza di astenersi (l’astensione valeva comunque quale voto contrario). Si tratta pertanto di un risultato importante dal duplice valore simbolico”.

“Il consigliere Luigi Nevola- prosegue l’associazione- in qualità anche di presidente de La Sentinella e di esperto del settore, ha tenuto un intervento in aula molto apprezzato dai colleghi e dalla Giunta comunale, cercando di illustrare quanto sia dannoso per i giocatori patologici il proibizionismo, ma soprattutto quanto incida negativamente sulla patologia la frammentazione oraria delle attività, come sostenuto scientificamente dalla ricerca elaborata dall’Università di Sidney è tradotta dalla nostra Associazione.

Tanti consiglieri hanno preso la parola e hanno preso una netta posizione contro questo documento voto dei 5 stelle che pareva più un manifesto ideologico contro il gioco legale e contro il settore, che un intervento per la salute dei cittadini”.

“Il Consiglio Comunale ha recepito- conclude l’associazione- grazie alla campagna informativa degli esperti del territorio, che proibire, vietare e frammentare l’orario aumenta la patologia e aiuta la proliferazione del gioco illegale (totem). Ora si crea una netta separazione tra la posizione del Comune e quella della Provincia autonoma. Auspichiamo molte realtà possano seguire l’esempio di Bolzano, che attraverso questa storica votazione ha dimostrato di saper ragionare e ponderare con serietà gli interventi da attuare sul territorio per contrastare il gioco patologico”.

PressGiochi

 

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN