22 Settembre 2020 - 03:02

Bolzano. Il sindaco Caramaschi precisa: ‘Le sentenze del TAR Bolzano non attengono alle ordinanze comunali, pertanto restano in vigore’

Bolzano. Nevola (la Sentinella): “La provincia contrasta solo le sale dedicate, quello che ne consegue è il gioco illegale”   Il Sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi, intervenuto nel corso della

04 Novembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Bolzano. Nevola (la Sentinella): “La provincia contrasta solo le sale dedicate, quello che ne consegue è il gioco illegale”

 

Il Sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi, intervenuto nel corso della tradizionale conferenza stampa post-seduta, parlando di sale gioco e slot machine ha voluto precisare e rendere noto che: “Le sentenze del TAR di Bolzano n. 301 e 302/2016, pubblicate il 31/10/2016, riguardano due provvedimenti provinciali di decadenza dell’autorizzazione relative a sale giochi, e non attengono invece in alcun modo alle ordinanze di rimozione delle slot dai bar a suo tempo emesse dal Comune di Bolzano, che rimangono valide ed efficaci a tutti gli effetti di legge. Le ordinanze di rimozione delle slot dai bar erano infatti fondate unicamente sui siti sensibili previsti direttamente dalla legge, e non risultano pertanto incise dalle sentenze del TAR.
Dette ordinanze rimangono pertanto a tutti gli effetti in vigore. Viceversa, i provvedimenti provinciali di decadenza delle sale giochi risultano basati anche sui siti sensibili individuati ulteriormente con delibere della Giunta Provinciale, delibere che secondo i Giudici del TAR non sono sorrette da sufficiente istruttoria, e sono state pertanto annullate.Restano quindi salvi tutti i siti sensibili previsti dalla legge, su cui sono fondati i provvedimenti comunali relativi agli esercizi pubblici, mentre non trovano più applicazione i siti sensibili individuati con delibera della Provincia, sui quali erano fondati, in aggiunta a quelli previsti dalla legge, i provvedimenti di decadenza delle sale giochi annullati dal TAR”.

PressGiochi