11 Agosto 2020 - 11:54

Bologna. La campagna elettorale Leprai (Fi) e l’appello alla libertà di scegliere la ‘ludopatia’

Il contrasto della ludopatia e del gioco d’azzardo è da sempre un tema di grande rilevanza nelle campagne elettorali, soprattutto delle grandi città abusato dagli esponenti politici per guadagnare consensi.

26 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il contrasto della ludopatia e del gioco d’azzardo è da sempre un tema di grande rilevanza nelle campagne elettorali, soprattutto delle grandi città abusato dagli esponenti politici per guadagnare consensi. E sono davvero in pochi a discostarsi dalla comunicazione tradizionale, quella della condanna del gambling e della necessità di contrastare la ludopatia, anche attraverso il sostegno alle “vittime” del gioco d’azzardo.

Tra questi, si segnala Quinto Leprai, esponente del Partito Liberale Italiano e candidato per Forza Italia alle elezioni comunali di Bologna, in una lista a sostegno di Lucia Borgonzoni. Leprai ha postato sul suo profilo Facebook un appello al voto a dir poco singolare, che chiarisce la sua posizione in merito al gioco d’azzardo e al gambling in generale:

“Se la ludopatia non ti spaventa, ma vuoi essere libero di poterti ammalare vota liberale. Barra il simbolo di FI e scrivi Leprai”.

Del resto, Leprai è un esponente di spicco del PLI e da sempre sostiene la necessità che lo Stato non imponga un’etica ai cittadini, sottolineando l’illiberalità di alcune misure “di stampo proibizionista” comunemente accettate nelle democrazie moderne. Sul gioco d’azzardo e sulla proliferazione delle slot machine, insomma, la valutazione di Leprai è certamente discutibile, ma ha un merito indiscutibile: non è ipocrita.

PressGiochi