27 Settembre 2020 - 09:27

Bologna. Il comune mette al bando alcune proprietà, ma guai ad aprire sale giochi o scommesse

11 lotti che il settore Patrimonio del comune di Bologna ha individuato come unità immobiliari disponibili e aventi caratteristiche tali da poter essere immesse sul mercato a fini commerciali. I

29 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

11 lotti che il settore Patrimonio del comune di Bologna ha individuato come unità immobiliari disponibili e aventi caratteristiche tali da poter essere immesse sul mercato a fini commerciali. I locali verranno assegnati attraverso una gara ad evidenza pubblica che avrà luogo il 21 luglio. Non tutti i soggetti potenzialmente interessati, però, saranno ammessi alla gara. Il bando, infatti, prevede una clausola molto precisa che esclude la possibilità di aprire nei locali in questione una serie di attività: sexy shop, money transfer, phone center, sala giochi e qualsiasi attività inerente l’utilizzo di slot machine e di altri giochi d’azzardo elettronici, nonché agenzia di raccolta scommesse.

 

PressGiochi