14 ottobre 2019
ore 23:07
Home Cronaca Binetti (UDC): “Si sta svolgendo Enada, mentre il governo dorme la filiera del gioco è più invasiva”

Binetti (UDC): “Si sta svolgendo Enada, mentre il governo dorme la filiera del gioco è più invasiva”

SHARE
Binetti (UDC): “Si sta svolgendo Enada, mentre il governo dorme la filiera del gioco è più invasiva”

“La prossima settimana il Parlamento inizierà i lavori della XVIII legislatura e tra i tanti nodi da affrontare, dopo l’elezione dell’ufficio di presidenza, ci sarà anche la formazione delle nuove commissioni. Da lì si partirà per capire con quali priorità il parlamento deciderà di muoversi. Non a caso i parlamentari senior, non più di un 35-40%, stanno ragionando su quali disegni di legge ripresentare, per dare continuità alle proposte legislative interrotte dalla fine della legislatura. Per quanto mi riguarda torna in pole position la legge sul gioco d’azzardo, o meglio: Disposizioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico. Un disegno di legge ampiamente studiato nella precedente legislatura, giunto ad un accordo sostanziale in Commissione Affari sociali alla Camera. Ma avversato da forti interessi di parte. Eppure non è una norma contro il gioco, ma una norma di tutela dei giocatori.”

 

Lo dichiara l’onorevole Paola Binetti, Udc, relatrice della legge e attualmente senatrice.

 

“In questi giorni si svolge a Rimini Fiera ENADA PRIMAVERA 2018, dove sono stati presentati prodotti di ultima generazione: new slot, kiddie rides, e i nuovissimi VLT, accanto a più tradizionali strumenti di divertimento. Vi partecipa tutta la filiera del gioco, con una completa gamma di proposte riguardanti il gioco on line, il mobile gaming e l´offerta di gioco dei concessionari di rete. Si tratta di una tipologia di gioco che preoccupa non poco, proprio per la sua facile accessibilità e per la velocità con cui possono essere bruciati piccoli e grandi capitali. Mentre il governo in questi anni ha seguito una linea minacciosa in teoria ma poi tanto morbida nei fatti; da essere inconcludente nella sua applicazione concreta. E mentre il parlamento è tornato più volte sul problema della dipendenza dal gioco, il governo ha fatto da muro di gomma. La sfida della XVIII legislatura riparte proprio da qui, con la ferma intenzione di offrire nuove garanzie ai giocatori, per contenerne il rischio e mantenere la prospettiva ludica”.

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN