28 Settembre 2020 - 00:45

Bilancio Snai 2015: risultato netto negativo per 54,2 milioni di euro dovuto a tassa dei 500mln e chiusura rete Sis

“La bontà del progetto di integrazione e delle azioni finora messe in campo si sono subito tradotte nell’incoraggiante risultato conseguito già nel primo trimestre 2016, dove si è assistito ad

10 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

“La bontà del progetto di integrazione e delle azioni finora messe in campo si sono subito tradotte nell’incoraggiante risultato conseguito già nel primo trimestre 2016, dove si è assistito ad una crescita della raccolta superiore all’8% ed una marginalità, a livello di EBITDA proforma, in rialzo del 31% a quota 38,7 milioni di euro” .

Lo comunica Fabio Schiavolin Ad del Gruppo Snai che ieri ha approvato il Bilancio d’esercizio e preso visione del Bilancio consolidato al 31 dicembre 2015.

L’Assemblea ha inoltre deliberato la nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione e della società di revisione e si è espressa in senso favorevole in merito alla prima sezione della Relazione sulla Remunerazione. Il Consiglio di Amministrazione ha nominato Mara Caverni e Fabio Schiavolin rispettivamente Presidente del Consiglio di Amministrazione ed Amministratore Delegato.

Per quanto riguarda i dati economici relativi al 2015, i ricavi delle vendite e delle prestazioni dell’esercizio 2015, complessivamente pari a 599,3 milioni di euro, registrano una crescita di circa il 14% rispetto ai 525,6 milioni di euro del 2014. L’EBITDA di Gruppo dell’esercizio 2015 è pari a 85,5 milioni di euro contro 105,9 milioni di euro del 2014. Il calo nella marginalità è riconducibile al payout sfavorevole in ambito scommesse, al contributo aggiuntivo richiesto dalla Legge di Stabilità 2015 sugli apparecchi da intrattenimento e alla chiusura della rete SIS nella prima parte dell’anno.

L’EBIT del Gruppo nel 2015 è positivo per 13,6 milioni di euro contro 34,9 milioni di euro del precedente esercizio.

Il risultato netto del Gruppo per l’esercizio 2015 è negativo per 54,2 milioni di euro contro un risultato negativo per 26,0 milioni di euro del 2014. Oltre ai fattori già richiamati in precedenza (legge stabilità 2015, inattività rete SIS e ricavi da transazione Barcrest), il risultato dell’esercizio 2015 è stato influenzato da alcuni eventi di natura non ripetitiva, tra i quali si ricordano le svalutazioni conseguenti all’impairment test dell’avviamento inscritto in SNAI Rete Italia S.r.l. e Finscom al 31 dicembre 2015 (impatto negativo per 11,2 milioni di euro), l’allineamento dei deferred tax assets alla nuova aliquota IRES al 24% dal 2017 e le svalutazioni crediti non ricorrenti per 7,1 milioni di euro.

Al 31 dicembre 2015 l’indebitamento finanziario netto del Gruppo SNAI è pari a 467,6 milioni di euro, a fronte di 419,1 milioni di euro a fine 2014. L’incremento di 48,5 milioni di euro è principalmente dovuto all’integrazione con il gruppo Cogemat.

PressGiochi

 

Snai delibera fusione per incorporazione di Cogemat, Cogetech, Cogetech Gaming e Azzurro Gaming