17 Gennaio 2021 - 07:08

Bilancio: FI chiede interventi di ristoro per le sale bingo

Tra gli emendamenti presentati alla Legge di Bilancio che PressGiochi ha visionato in anteprima c’è anche la proposta di Forza Italia che chiede interventi di ristoro per le sale bingo.

30 Novembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Tra gli emendamenti presentati alla Legge di Bilancio che PressGiochi ha visionato in anteprima c’è anche la proposta di Forza Italia che chiede interventi di ristoro per le sale bingo. L’emendamento a firma D’Attis, Mandelli, Squeri ed altri chiede che dal 1° gennaio 2021 il prelievo erariale ed il compenso per il controllore centralizzato del gioco del bingo sono fissati nella misura rispettivamente del 8% e dell’1% del prezzo di vendita delle cartelle ed il montepremi è conseguentemente stabilito in almeno il 73% del prezzo della totalità delle cartelle vendute in ciascuna partita. Il concessionario versa il prelievo erariale e il compenso in maniera differita entro novanta giorni dal ritiro delle stesse e, comunque, entro il 15 dicembre di ciascun anno per il periodo relativo all’ultimo bimestre. L’importo costituente prelievo erariale deve essere coperto da idonea cauzione e su di esso sono dovuti interessi legali, calcolati dal giorno del ritiro fino a quello dell’effettivo versamento.

 

All’articolo 205, relativo alla proroga del Bingo, i senatori Ungaro e Del Barba di Italia Viva chiedono che:

All’articolo 69, comma 2, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, dopo le parole “sospensione dell’attività” sono aggiunte le parole “per ciascun mese o frazione di mese fino alla scadenza del termine di cui all’articolo 1 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, e sue successive eventuali proroghe”.

2-ter. All’onore derivante dal precedente comma, valutato in 4,4 milioni per il 2020 e 1,5 milioni per il 2021, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per interventi strutturali di politica economica di cui all’articolo 10, comma 5, del decreto legge 29 novembre 2004, n. 282 convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307, come rifinanziato dall’art. 34 comma 1 del decreto legge 28 ottobre 2020, n. 137.

Conseguentemente al comma 2, le parole: “gennaio 2021” sono sostituite dalle parole: “febbraio 2021”.

 

PressGiochi