15 ottobre 2019
ore 01:28
Home Estero Bieńkowska (Ue): “Trasparenza e coerenza alla base delle regolamentazioni degli Stati in materia di giochi e lotterie”

Bieńkowska (Ue): “Trasparenza e coerenza alla base delle regolamentazioni degli Stati in materia di giochi e lotterie”

“Secondo la giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE), le lotterie e altri giochi d'azzardo sono attività economiche soggette alle libertà fondamentali garantite dal diritto dell'Unione”. Lo ha dichiarato il commissario al Mercato Interno della Commissione europea Bieńkowska, spiegando che “gli articoli 49 e 56 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) richiedono l'abolizione di tutte le restrizioni alla libertà di stabilimento e alla libera prestazione dei servizi, se sono tali da vietare, ostacolare o rendere meno attraenti le attività del prestatore stabilito in un altro Stato membro in cui fornisce legittimamente servizi analoghi. Le restrizioni sono consentite solamente se giustificate da motivi imperativi di interesse pubblico, quali la tutela dei consumatori o la prevenzione delle frodi. Essi devono essere necessarie, proporzionate e adatte per il
SHARE
Bieńkowska (Ue): “Trasparenza e coerenza alla base delle regolamentazioni degli Stati in materia di giochi e lotterie”

“Secondo la giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione europea (CGUE), le lotterie e altri giochi d’azzardo sono attività economiche soggette alle libertà fondamentali garantite dal diritto dell’Unione”. Lo ha dichiarato il commissario al Mercato Interno della Commissione europea Bieńkowska, spiegando che “gli articoli 49 e 56 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE) richiedono l’abolizione di tutte le restrizioni alla libertà di stabilimento e alla libera prestazione dei servizi, se sono tali da vietare, ostacolare o rendere meno attraenti le attività del prestatore stabilito in un altro Stato membro in cui fornisce legittimamente servizi analoghi.

 

Le restrizioni sono consentite solamente se giustificate da motivi imperativi di interesse pubblico, quali la tutela dei consumatori o la prevenzione delle frodi. Essi devono essere necessarie, proporzionate e adatte per il raggiungimento di tali obiettivi. La CGUE ha anche riconosciuto il principio di trasparenza e di coerenza nella regolamentazione dei giochi d’azzardo come corollario delle libertà fondamentali.
Autorità degli Stati membri sono tenuti – ha dichiarato infine il commissario – a rispettare il diritto comunitario, come interpretato dalla CGUE nella sua giurisprudenza, nel disciplinare i giochi di fortuna, comprese il rilascio e la revoca delle licenze e l’emissione di una normativa a livello nazionale e locale”.

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN