30 Settembre 2020 - 12:27

Beccalossi (Lombardia): “Imprenditori che offrono giochi, strozzini di Stato”

“Non basta attaccar la spina e aspettare un ‘ciula’ che venga a giocare per definirsi degli imprenditori. Non sono imprenditori sono strozzini di Stato”. Sono le parole dell’assessore al territorio

26 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

“Non basta attaccar la spina e aspettare un ‘ciula’ che venga a giocare per definirsi degli imprenditori. Non sono imprenditori sono strozzini di Stato”.

Sono le parole dell’assessore al territorio della Lombardia Viviana Beccalissi che ribadisce la propria battaglia contro il gioco d’azzardo partecipando al Convegno di Anap-Confartigianato svoltosi al Teatro Sociale di Bergamo quest’oggi ribadendo la propria scelta di non frequentare quegli esercizi pubblici come i bar nei quali sono installate le slot.

“Tra le tante battaglie in cui mi sono impegnata, battaglie che potete condividere o no, quella in cui credo di più e su cui non ho trovato divisioni di colore o di bandiera, è la battaglia contro l’azzardo. L’etica non è moralismo. Etica è dire le cose come stanno, guardare in faccia la realtà e affrontarla.

Ai cittadini spetta il diritto di compiere scelte etiche, a noi il dovere di decidere ricordando come su questo tema la politica è chiamata a rispondere al cuore della gente che dice “basta” a questo strozzinaggio di Stato”.

PressGiochi

 

Gori (Bergamo): “A breve stop a qualsiasi tipo di gioco negli orari critici”