23 Settembre 2020 - 10:50

Baretta: “Zanetti sarà il mio successore come delegato ai giochi, ma solo dopo il completamento della riforma”

Il Sottosegretario Enrico Zanetti, classe 1973 sarà il successore di Pier Paolo Baretta come delegato Mef ai Giochi. Domani, 7 giugno, sarà in veste ufficiale al convegno “Gaming e Fiscalità.

06 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il Sottosegretario Enrico Zanetti, classe 1973 sarà il successore di Pier Paolo Baretta come delegato Mef ai Giochi. Domani, 7 giugno, sarà in veste ufficiale al convegno “Gaming e Fiscalità. Lo stato dell’arte dopo la legge di Stabilità 2016”, organizzato da LexandGaming con Eurispes.  La nomina a viceministro del Sottosegretario di Stato presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, affidatagli dal Consiglio dei Ministri lo scorso 29 gennaio e ufficializzata durante la riunione di Palazzo Chigi del 16 maggio, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Nonostante sembra che questo “cambio” al vertice non sia una scelta “di routine”,  Baretta rassicura che “La delega sui giochi è di mia competenza sino al completamento della riforma. Io stesso ho chiesto l’avvicendamento, quando sarà completata la riforma. Dopo che mi è stato chiesto di seguire anche il sistema bancario e finanziario e gli Enti locali.

“Sul dopo deciderà il ministro- continua Baretta- nessun problema, quindi, tra me e il collega Zanetti che, di comune accordo è subentrato nella delega al Demanio e alle Conferenze Stato Enti locali, ad eccezione della parte giochi, sulla quale sono incaricato di trovare, in conferenza unificata, l’accordo con gli Enti locali. Ed è questa la cosa più importante”.

PressGiochi