26 Settembre 2020 - 07:47

Baretta (Sottsegr. Economia): “In Delega si riconferma la centralità statale nella gestione del gioco, altre due settimane prima della presentazione”

Serviranno ancora altre due settimane prima che il decreto attuativo della delega fiscale sui giochi approdi in Consiglio dei Ministri. Lo ha confermato questa mattina il sottosegretario all’economia Pier Paolo

11 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

Serviranno ancora altre due settimane prima che il decreto attuativo della delega fiscale sui giochi approdi in Consiglio dei Ministri. Lo ha confermato questa mattina il sottosegretario all’economia Pier Paolo Baretta che ha ricordato come per il successo del provvedimento sia fondamentale il confronto con tutte le parti interessate, come ha cercato di fare fino ad oggi e continuerà a fare.

“Per il governo – ha ricordato il sottosegretario – è importante che nel testo finale, su cui si confronterà anche il Parlamento, si confermi il principio primario della riserva statale per poter tenere un punto fermo nei rapporti tra Stato e regioni, rapporto particolarmente delicato in questo periodo sulla questione. Particolare attenzione viene posta sul fronte sociale al limite della pubblicità dei giochi. Ritengo – ha detto – che sia necessario un intervento più forte anche se è la stessa normativa europea che non ci garantisce un quadro regolatorio da supporto”.

Il sottosegretario Baretta riconoscendo i difetti insiti nella legge di stabilità che nel prevedere l’imposizione dei 500 milioni alla filiera ha volutamente lasciato libero il mercato di decidere sulla ridistribuzione di questa imposta, ha annunciato che prossimamente verrà avviato un nuovo ciclo di audizioni per discutere insieme sul pagamento della prima rata prevista per aprile. Per Baretta la soluzione sta in un accordo interno alla filiera con l’intervento delle associazioni: “Fondamentale – ha detto – l’introduzione della tassazione sul margine che darà benefici agli operatori”.

FB – PressGiochi