18 agosto 2019
ore 07:19
Home Associazioni AWP. Agcai : “Il vicepremier Di Maio prende in giro gli italiani”

AWP. Agcai : “Il vicepremier Di Maio prende in giro gli italiani”

SHARE
AWP. Agcai : “Il vicepremier Di Maio prende in giro gli italiani”

“Più di 320mila apparecchi fra slot e vlt più pericolosi con percentuali di vincite ridotte stanno per invadere il mercato. Si blocchi il governo delle lobby dell’azzardo”.

Lo afferma in una nota l’associazione Agcai.

“I monopoli- denuncia Agcai – stanno velocizzando a velocità supersonica l’immissione sul mercato di 265 mila slot e più di 55.000 già pericolosissime videolottery con percentuali ridotte per un totale di 3 punti equivalenti a 750 milioni circa che saranno prelevati in più dalle tasche dei giocatori povere vittime dell’azzardo di stato.

Chiediamo a gran voce che venga bloccato questo processo . Alla Camera le più importanti sigle associative che rappresentano i gestori Sapar, Agcai e Cni hanno gridato a gran voce che la riduzione del payout rovinerebbe i giocatori più deboli. E’ stata organizzata una manifestazione presso il Ministero dello Sviluppo Economico che sta continuando ad oltranza e contemporaneamente una astensione alla raccolta che durerà fino a quando il governo non ci riceverà.

Nella giornata di ieri dalle ore 10 alle ore 17 siamo stati presi in giro con la speranza di essere ricevuti .

I funzionari ci dicevano di aspettare in quanto stavano aspettando una risposta che poi alle 17 è arrivata ma negativamente. Ritorneremo a manifestare martedì ( lunedì a loro dire era tutto occupato anche solo per mezz’ora ) per chiedere una tassazione sul margine con un pay out più alto che diminuirebbe la perdita oraria così come chiesto alla Camera dai tre rappresentanti delle tre associazioni a totale tutela del giocatore.

Il vice premier prende in giro gli italiani : dice di tassare i concessionari e invece sta tassando i giocatori attraverso l’aumento del preu .Bisogna fermarlo subito e fargli dire la verità.

 

Inoltre si manifesta per risolvere il problema dei nulla osta che sta mettendo sul lastrico circa quattromila aziende italiane a totale beneficio delle multinazionali estere proprietarie ormai di quasi tutte le concessionarie di stato”.

 

 

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN