28 Settembre 2020 - 10:42

Aversa. Sanzioni a quattro gestori per mancati permessi relativi ai giochi

Avevano omesso di pagare i permessi per detenere regolarmente macchine da gioco, carambole e altri giochi di tipo ludico per i quali servono i permessi della SIAE. Per questo sono

05 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

Avevano omesso di pagare i permessi per detenere regolarmente macchine da gioco, carambole e altri giochi di tipo ludico per i quali servono i permessi della SIAE. Per questo sono scattate le sanzioni amministrative per quattro gestori di bar nell’area tra San Marcellino ed Aversa. L’operazione è stata messa in atto nell’ultimo fine settimana, con controlli mirati da parte dei carabinieri della Compagni di Aversa, coadiuvati dai militari dellla stazione di Aversa e San Marcellino unitamente ad un equipaggio dei Carabinieri della S.I.O. del 10° Reggimento «Campania» e da ispettori Siae. Il controllo è avvenuto proprio nell’area al confine tra Aversa e San Marcellino dove c’è la presenza massiccia di molti bar e locali da gioco, quattro di questi non avevano pagato i relativi «diritti d’autore», facendo scattare la contestazione da parte dei militari che hanno segnalato un cittadino marocchino per uso di stupefacenti e deferito un cittadino tunisino per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Inoltre in una delle attività commerciali non era affissa la tabella giochi pericolosi’ così come disposto dal questore. Un fattore che fa ritornare in auge il problema del gioco d’azzardo nell’ara dell’agro aversano.

Il volume d’affari è enorme ed è facilmente riscontrabile con la moltitudine di punti gioco che si possono notare nell’agro aversano. Sale scommesse, sale Vlt e altre tipologie di locali che offrono la possibilità giocare a chiunque ne abbia la possibilità. Un problema radicato che ha fatto nascere anche un tavolo permanente sul gioco d’azzardo promosso dal comitato don Peppe diana insieme al coordinamento regionale della Campagna Mettiamoci in Gioco, alla Caritas Diocesana di Aversa ed in collaborazione con Avviso Pubblico.

PressGiochi