29 Settembre 2020 - 11:50

Asti. Al via Consulta permanente sul Gap

Come previsto nell’ordine del giorno approvato lo scorso giugno in Consiglio comunale ad Asti, l’amministrazione ha lanciato ieri “la creazione di una Consulta permanente con il compito di studiare il

17 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Come previsto nell’ordine del giorno approvato lo scorso giugno in Consiglio comunale ad Asti, l’amministrazione ha lanciato ieri “la creazione di una Consulta permanente con il compito di studiare il fenomeno del gioco d’azzardo patologico e le azioni preventive pertinenti”.

La presentazione dell’iniziativa si è svolta ieri, 16 luglio è ha visto la partecipazione di rappresentanti delle Forze dell’ordine, di Unione Industriali, Confeserecenti e Confcommercio, Pensionati Cia e Cgil, del Sert dell’Asl, l’ Ufficio scolastico territoriale, le associazioni Rinascita, Libera e Unicef.

L’Ordine del giorno, approvato a larga maggioranza, impegna a promuovere iniziative, monitorare la presenza e l’apertura di locali commerciali adibiti a giochi con premi in denaro, inviare sulla base di risultanze segnalazioni alla Questura inerenti autorizzazioni e licenze, studiare la fattibilità di incentivi ai gestori che rinuncino all’installazione di apparecchi per il gioco, misure che ne limitino la fruibilità, la creazione di uno Sportello dedicato all’argomento.

“Il dibattito ha fornito utili indicazioni e interessanti spunti di ricerca”, ha sintetizzato l’Assessore Piero Vercelli, “per comprendere meglio la consistenza del fenomeno a livello locale e le azioni da intraprendere per una prevenzione da rivolgere ai diversi soggetti coinvolti nel problema”.

 

PressGiochi