20 agosto 2019
ore 16:36
Home Associazioni Assemblea SGI. Il pres. Zapponini: “Dobbiamo fare squadra per una riforma del settore giochi nell’interesse del Paese”

Assemblea SGI. Il pres. Zapponini: “Dobbiamo fare squadra per una riforma del settore giochi nell’interesse del Paese”

“Serve fare squadra perché il complesso di riforme necessarie è complesso. In prima linea non ci sono più le parti divise della filiera ma tutta l’industria perché oggi in gioco c’è il futuro del settore. Serve una riforma sostenibile e indispensabile per garantire controllo, legalità e salute. Il rappresentante del Governo Massimo Bitonci ha confermato che si sta lavorando alla riforma del settore, ma è urgente intervenire”. Lo dichiara il presidente di Sistema Gioco Italia Stefano Zapponini in apertura dell’Assemblea pubblica realizzata oggi a Roma nella sede di Confindustria “Da troppo tempo – ha proseguito Zapponini - siamo trattati dallo Stato nella maniera non corretta mentre nella realtà siamo il suo braccio operativo. Siamo in prima linea al fianco dello Stato, non la sua controparte. Di fronte alla crescita di domanda di gioco non può diminuire il presidio sul territorio. Cosa che invece sta accadendo. Occorre un intervento che ...
SHARE
Assemblea SGI. Il pres. Zapponini: “Dobbiamo fare squadra per una riforma del settore giochi nell’interesse del Paese”

“Serve fare squadra perché il complesso di riforme necessarie è complesso. In prima linea non ci sono più le parti divise della filiera ma tutta l’industria perché oggi in gioco c’è il futuro del settore. Serve una riforma sostenibile e indispensabile per garantire controllo, legalità e salute. Il rappresentante del Governo Massimo Bitonci ha confermato che si sta lavorando alla riforma del settore, ma è urgente intervenire”.

Lo dichiara il presidente di Sistema Gioco Italia Stefano Zapponini in apertura dell’Assemblea pubblica realizzata oggi a Roma nella sede di Confindustria

“Da troppo tempo – ha proseguito Zapponini – siamo trattati dallo Stato nella maniera non corretta mentre nella realtà siamo il suo braccio operativo. Siamo in prima linea al fianco dello Stato, non la sua controparte. Di fronte alla crescita di domanda di gioco non può diminuire il presidio sul territorio. Cosa che invece sta accadendo.

Occorre un intervento che non interrompa gli investimenti in innovazione tecnologica avviata dalle nostre aziende.

Il gioco legale non va confuso con quello illegale, troppo spesso questo accade. Abbiamo combattuto per escludere dal total ban la comunicazione informativa indispensabile per gli operatori.

Sono certo che tutto il settore voglia la ricerca di soluzioni condivise, equilibrate e sostenibili nell’interesse del Paese”.

 

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN