21 Luglio 2024 - 10:17

Arriva PressGiochiMAG

Con l’ingresso dell’estate, anche noi qui in redazione abbiamo voluto dare una ventata di freschezza al nostro magazine realizzando un layout tutto nuovo e ancor più ricco di approfondimenti, rubriche

01 Luglio 2022

Print Friendly, PDF & Email

Con l’ingresso dell’estate, anche noi qui in redazione abbiamo voluto dare una ventata di freschezza al nostro magazine realizzando un layout tutto nuovo e ancor più ricco di approfondimenti, rubriche e notizie! Siamo partiti proprio dal nome, così da permettere ai nostri cari lettori di distinguere meglio tra il lavoro che svolgiamo sul quotidiano online e quello che realizziamo qui sul magazine: nasce così PressGiochiMAG.

Restano ineliminabili le rubriche dei nostri appassionati legali per gli apparecchi e le scommesse, Generoso Bloise e Chiara Sambaldi, ai quali nel tempo si è aggiunto Geronimo Cardia con i suoi puntuali commenti su questioni territoriali e distanze.

Nasce un nuovo appuntamento: ‘L’ultima parola‘, dedicato a fare il punto sulla più recente decisione giudiziaria in materia di giochi, ben consapevoli che è sempre difficile mettere la parola fine alle vicende del settore. Seguono le interviste, gli studi e tanti angoli di discussione sui problemi del comparto. La categoria Business&Finance, per i palati più raffinati, che ci aiuta a comprendere quanto i veri giochi, anche d’azzardo, si realizzino in realtà in tutt’altre sedi. Poi uno sguardo alla nostra Europa e a tutto il mondo.

Impossibile questo mese non affrontare la polemica che ha richiamato le più grandi firme della stampa nazionale: quella sui calcio balilla. Una norma vecchia e dettata da poco buonsenso, applicata dalla eccessivamente solerte amministrazione, che ha costretto il Legislatore a tornare sui suoi passi per renderla applicabile o meglio ‘non applicabile’. Forse perché dettata da motivazioni che imbarazzano anche la stessa Agenzia che deve farsi promotrice nell’applicarle. Sta di fatto, che tra verità ed inesattezze, da una parte e dall’altra, ci sono operatori che hanno investito, hanno speso tempo e denaro in tanta burocrazia e scartoffie, e chissà se verranno mai rimborsati o ripagati, quantomeno, dal divertimento dei propri utenti.

Sta di fatto, che la vicenda biliardino, costringe il Governo a rattoppare la norma con un intervento spot mostrando quanto sia ancora lontano quel riordino del settore giochi promesso dal sottosegretario Federico Freni tramite delega fiscale e fermo nei cassetti di Palazzo Chigi ormai da mesi.

SCARICA IL MAGAZINE ONLINE

 

Per chi ancora non lo riceve, basta scrivere ad amministrazione@pressgiochi.it indicando nome, azienda e indirizzo presso il quale spedire!

 

Cristina Doganini – PressGiochi