20 settembre 2019
ore 16:44
Home Associazioni Aosta. Le associazioni: “Pretestuosa richiesta del vicesindaco Marcoz di sospendere la dimunizione orari di gioco”

Aosta. Le associazioni: “Pretestuosa richiesta del vicesindaco Marcoz di sospendere la dimunizione orari di gioco”

SHARE
Aosta. Le associazioni: “Pretestuosa richiesta del vicesindaco Marcoz di sospendere la dimunizione orari di gioco”

 

Le Associazioni Arci, Aosta Iacta Est, Libera, Legambiente, “Mi Ripiglio” e Valle Virtuosa hanno contestato l’approvazione passata ieri in commissione consiliare di sospendere la riduzione dei tempi di gioco in attesa di un regolamento che coinvolga anche i paesi limitrofi.

“l Comune di Aosta-hanno commenatto anche grazie alle pressioni dei cittadini e delle sottoscritte associazioni, ha un regolamento sul gioco d’azzardo dignitoso. In questi giorni il Vicensindaco unionista Antonella Marcoz, con motivazioni pretestuose, ha chiesto di sospendere l’applicazione delle norme che diminuiscono progressivamente gli orari di esercizio delle slot .Per risolvere il supposto problema del nomadismo dei malati d’azzardo che da Aosta si sposterebbero verso i comuni limitrofi abbiamo una proposta: il Consiglio comunale approvi una mozione per invitare gli stessi comuni ad adottare un regolamento simile a quello del capoluogo. Cosa, del resto, nondifficile, dato che tali comuni sono governati dagli stessi partiti e movimenti che attualmente amministrano Aosta”.

 

“La proposta della Vicesindaco- concludono le associazioni- approvata ieri dalla Prima Commissione consiliare comunale, è un evidente regalo elettorale alla lobby delle slot con le sue ramificazioni mafiose e a chi aveva pubblicamente minacciato di non votare più i partiti che avessero regolamentato l’uso delle macchinette mangiasoldi”.

Aosta. La commissione sviluppo economico vota a favore della modifica del regolamento sul gioco

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN