22 Settembre 2020 - 02:50

Aosta. Approvato regolamento su sale giochi e apparecchi da intrattenimento

Volpago (TV). Votato il regolamento sui giochi “più duro”, restrizioni per slot e lotterie a vittoria immediata Belluno. Nuovo regolamento sul gioco, distanze fissate a 500 metri Approvato all’unanimità dalla

29 Novembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Volpago (TV). Votato il regolamento sui giochi “più duro”, restrizioni per slot e lotterie a vittoria immediata

Belluno. Nuovo regolamento sul gioco, distanze fissate a 500 metri

Approvato all’unanimità dalla 1ª e 3ª commissione consiliare del Comune di Aosta il “Regolamento comunale sulle sale giochi e sugli apparecchi elettronici da intrattenimento o da gioco”. Il testo prevede che: slot machines e affini non potranno essere installate nei centri storici, negli edifici storici ed in quelli di proprietà comunale; nuovi impianti dovranno distare almeno 500 metri da scuole, strutture culturali, ricreative o sportive, strutture residenziali in ambito sanitario. I locali con le slot già aperti al momento dell’entrata in vigore del regolamento hanno 5 o 8 anni, a seconda della tipologia, per adeguarsi alle norme sulla distanza.

Le nuove aree gioco dovranno essere separate dal resto del locale in caso di bar, tabaccherie o affini, i locali che già hanno installato le macchinette dovranno relegarle in aree separate entro 90 giorni dall’entrata in vigore del regolamento; probabilmente entro l’aprile prossimo, visto che il regolamento andrà in Consiglio comunale a metà dicembre.

Sarà vietata la pubblicità ai giochi d’azzardo: dovranno quindi sparire quei cartelli che sulle vetrine di bar, tabaccherie e affini, segnalano le vincite più corpose fatte registrare.

Le slot potranno funzionare dalle 9 alle 12, dalle 15 alle 19 e dalle 21 alle 01. In totale 11 ore, che dopo un anno dall’entrata in vigore del regolamento saranno ridotte a dieci sino ad arrivare ad un massimo di otto ore giornaliere. Gli esercizi dovranno indicare al loro interno con un apposito cartello gli orari in cui le macchinette sono inattive.

“L’elemento più importante del testo – spiega il presidente della terza commissione, Servizi alla persona, Vincenzo Caminiti – è aver fissato degli orari entro i quali le ‘macchinette’ possono essere attive.”

 

PressGiochi