28 Settembre 2020 - 16:49

Antoja (Euromat): “Gioco terrestre in primo piano a patto che regolamentazione evolva da pari passo alla tecnologia”

I delegati di Austria, Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Italia, Montenegro, Paesi Bassi, Spagna, Romania e Regno Unito sono arrivati ​​a Barcellona il 26 maggio per la 2 ° edizione

27 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

I delegati di Austria, Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Italia, Montenegro, Paesi Bassi, Spagna, Romania e Regno Unito sono arrivati ​​a Barcellona il 26 maggio per la 2 ° edizione del EUROMAT Gaming Summit.

Di fronte ad un pubblico internazionale sono stati trattati temi focali per gli operatori del gioco europeo in una tavola rotonda alla quale hanno partecipato i regolatori provenienti da Spagna, Italia, Belgio e dalla Commissione europea.

Commentando l’evento, Eduardo Antoja, presidente di EUROMAT ha dichiarato: “La mia conclusione principale dai dibattiti di oggi è che il gioco terrestre continua ad essere il segmento più grande del settore del gioco, e rappresentano quasi il 70% della spesa dei giocatori. Esso continuerà ad essere la prima scelta per molti anni, a condizione che la regolamentazione vada di pari passo con la realtà tecnologica, sociale ed economica. Oggi EUROMAT ha confermato che non è solo un grande organo di rappresentanza per la nostra industria, ma un vero e proprio ‘think tank’ per il nostro settore “.

EUROMAT ha confermato che la prossima edizione del EUROMAT Gaming Summit si terrà a Berlino, in Germania nel 2017.

 

PressGiochi

 

A Barcellona l’Euromat Gaming Summit. Temmink (Ue): “Al primo posto gli operatori devono mettere la tutela del consumatore”