22 Settembre 2020 - 15:45

Agliana: al via da settembre tavolo di lavoro per un regolamento sul gioco

L’amministrazione di Agliana, in provincia di Pistoia è pronta ad intervenire sul fronte del gioco d’azzardo, tanto che a partire da settembre verrà avviato un tavolo di lavoro allo scopo

01 Agosto 2016

Print Friendly, PDF & Email

L’amministrazione di Agliana, in provincia di Pistoia è pronta ad intervenire sul fronte del gioco d’azzardo, tanto che a partire da settembre verrà avviato un tavolo di lavoro allo scopo di definire un regolamento specifico per limitare la presenza degli apparecchi da gioco sul territorio.

Le proposte saranno discusse e definite all’interno delle commissioni consiliari. Un percorso analogo sarà intrapreso parallelamente a Montale, con l’obiettivo di giungere a regole omogenee nei due comuni confinanti.

La notizia viene confermata dall’assessore a commercio e Polizia municipale del Comune di Agliana, Rino Fragai, che è intervenuto in merito alle polemiche sollevate dai penta stellati e Fratelli d’Italia in consiglio  sulla riapertura di una sala vlt in città.

Va detto che all’inizio del 2015, in consiglio era stata approvata una mozione della maggioranza che si poneva l’obiettivo di prevenire e contrastare la dipendenza patologica dal gioco, prevedendo limitazioni sugli orari di apertura delle sale slot e sulla loro presenza nelle vicinanze di luoghi definiti “sensibili”, come scuole, parchi e chiese. Un impegno che, tuttavia, non ha avuto seguito.

“Quello del gioco d’azzardo – ha chiarito Fragai– è un problema che ha il carattere di un allarme sociale». “Ad Agliana le sale presenti son conformi alle norme ma manca una ricognizione territoriale sugli apparecchi presenti negli esercizi” ha il consigliere Maurizio Ciottoli (Fratelli d’Italia – alleanza Nazionale).

PressGiochi

 

Pistoia. Il comune aderisce al Manifesto dei sindaci contro il gioco d’azzardo”