22 Settembre 2020 - 12:19

Agge Sardegna manca l’incontro al Mef: “I gestori non sono più disponibili a sopportare l’irresponsabilità altrui”

“Premesso che l’A.G.G.E. Sardegna è un’associazione di categoria regolarmente costituita; che, oltre ad operare in autonomia ed indipendenza, può vantare un percorso associativo/sindacale di tutto rispetto; che, per Statuto ha

28 Aprile 2015

Print Friendly, PDF & Email

“Premesso che l’A.G.G.E. Sardegna è un’associazione di categoria regolarmente costituita; che, oltre ad operare in autonomia ed indipendenza, può vantare un percorso associativo/sindacale di tutto rispetto; che, per Statuto ha rappresentanza Nazionale ed Internazionale; che, a livello Nazionale ricopre il ruolo di capofila nel Coordinamento Nazionale A.G.G.E. – Ciò premesso, – riporta una nota dell’Associazione Agge Sardegna, guidata da Francesco Pirrello – avendo presentato presso il competente MEF regolare istanza di audizione a far data dal mese di Febbraio, e non avendo tale istanza avuto alcun seguito, era logico considerare una presa in giro la convocazione del tutto informale fatta a poche ore dall’incontro, forse a significare la non gradita presenza. Pertanto il presidente ritenendo una farsa tutto ciò, ha rispedito al mittente l’invito.

Nel merito della problematica, nel precisare che il versamento dell’addizionale riguarda in primis il Concessionario, si ribadisce e conferma quanto già da tempo assunto e pubblicato ovvero l’impossibilità di far fronte ad un ulteriore salasso economico con effetti devastanti sui già esigui bilanci nonché l’impossibilità di restare in attività date le assurde condizioni imposte nella Legge Delega da cui traspare una più che ventilata ipotesi di epurazione dei Gestori dal mercato del gioco.

Infine, appaiono del tutto fuori luogo moniti e/o altro contro il comparto, dato che da tempo non più disponibile a sopportare irresponsabilità ed incapacità di altri”.

PressGiochi