21 Settembre 2020 - 22:01

AGCAI: “Nessun obbligo di pagamento ma necessario atto di leale collaborazione nei confronti dei concessionari”

Dopo il mancato raggiungimento di un accordo di filiera per la ripartizione tra AWP e VLT dell’addizionale prevista dalla Legge di stabilità, accordo che si sarebbe dovuto raggiungere nella riunione

30 Aprile 2015

Print Friendly, PDF & Email

Dopo il mancato raggiungimento di un accordo di filiera per la ripartizione tra AWP e VLT dell’addizionale prevista dalla Legge di stabilità, accordo che si sarebbe dovuto raggiungere nella riunione svoltasi ieri pomeriggio presso il M.E.F, dove ha preso parte anche A.G.C.A.I, nulla è cambiato in quanto, non essendo intervenuta alcuna modifica normativa al testo della legge n. 190/2014, la rinegoziazione rimane un passaggio necessario attraverso il quale attuare una legittima decurtazione di ricavi di filiera e quindi validi rimangono solo ed esclusivamente i contratti vigenti al 31 dicembre 2014.

Non essendo stato raggiunto un accordo per tale rinegoziazione il tutto è stato rimandato, con nostra soddisfazione, all’emanazione di un decreto ADM che stabilirà la misura di una giusta ripartizione tra AWP e VLT, le somme che dovranno pagare i concessionari, i gestori e gli esercenti e le relative sanzioni per eventuali inosservanze.
Tuttavia, anche se ad oggi nulla, in assenza di rinegoziazione, è dovuto da gestori ed esercenti, è fuori di ogni dubbio che una somma, seppur da quantificarsi e comunque superiore allo zero, dovrebbe risultare a carico di gestori ed esercenti. Per tale motivo appare necessario un atto di leale collaborazione nei confronti dei soggetti concessionari che, comunque, stanno anticipando per intero una somma dovuta dalla filiera.

Acconto volontario – In conseguenza a tali considerazioni invitiamo associati e simpatizzanti che vogliano manifestare la loro leale collaborazione, attraverso il versamento di un acconto, a fare riferimento alla nostra prima proposta già consegnata direttamente al Sottosegretario Baretta nella Audizione del giorno Lunedì 27 Aprile (e pubblicata sulla pagina facebook A.G.C.A.I) che prevedeva una quota del 18 % pari a 100,60 € per ogni AWP, da ripartirsi tra gestore, nella misura del 3 % pari a 16,80 €, ed esercente, nella misura del 15 % pari a 83,80 €. Tale versamento volontario, da quantificarsi a discrezione del gestore tenendo presente l’utile del proprio parco macchine, deve essere collegato, in modo indispensabile, alla proposta di contratto spedita dalla nostra Associazione a tutti i concessionari, ai nostri associati e per conoscenza alla segreteria del Sottosegretario Baretta. Tale versamento è in ogni caso da considerarsi un acconto al decreto ADM che stabilirà l’esatta ripartizione o ad un accordo di filiera ancora possibile.
Si consiglia, anche per un sereno rapporto con il vostro concessionario di fiducia, di effettuare tale volontario versamento, fiduciosi che il decreto ADM possa stabilire una giusta ripartizione anche in virtù della dettagliata relazione fatta dal nostro Presidente nella riunione di Lunedì direttamente al sottosegretario Baretta e nelle mani di quest’ultimo consegnata, l’unica relazione che metteva in evidenza la necessità di una ripartizione tra AWP e VLT in funzione dell’utile medio (e non della raccolta) di ogni singolo apparecchio, in tal modo garantendo una equa ripartizione dell’addizionale.
A tal proposito l’A.G.C.A.I. ha raddoppiato le linee telefoniche a vostra disposizione per la giornata odierna per darvi tutte le eventuali informazioni:
CELL: 3920655213
CELL: 3939245116
CELL: 3286190390
CELL: 3496169669
CELL: 3920543800

PressGiochi