24 Settembre 2020 - 06:24

ADM. Commissioni Giochi: Nel Fondo personale, le somme introitate dai concessionari

La scorsa settimana si è tenuta la riunione tra Amministrazione e OO.SS. nazionali con all’O. del G. le Commissioni dei Monopoli e il Piano della Formazione 2015. Come fa sapere

18 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

La scorsa settimana si è tenuta la riunione tra Amministrazione e OO.SS. nazionali con all’O. del G. le Commissioni dei Monopoli e il Piano della Formazione 2015.

Come fa sapere il Coordinatore nazionale FP CGIL, Florindo Iervolino, abbiamo rappresentato alcune difficoltà riguardo alla Formazione del personale dei Monopoli che ad oggi non risulta essere ancora adeguata alle aspettative dei lavoratori e pertanto abbiamo invitato l’Amministrazione a verificare se la causa di tale disfunzione possa essere il piano presentato o se invece deve essere rivista l’applicazione periferica dell’intero impianto formativo.
Prima di discutere della questione Commissioni dei Monopoli, come FP CGIL abbiamo però chiesto all’Amministrazione di darci informazioni in merito ad alcune questioni che stanno a cuore ai lavoratori quali i passaggi economici anno 2015, i passaggi degli idonei da 2^ a 3^ Area in Dogana, il passaggio tra le Sezioni e la Mobilità nazionale.
Sulla questione dei passaggi di fascia con decorrenza il 2015 l’Amministrazione si è impegnata a convocare una riunione per il 26 maggio p.v. nella quale cominciare a discutere delle quote fisse e ricorrenti disponibili e delle modalità di progressioni economiche.

Per quanto attiene il passaggio tra Sezioni Monopoli/Dogane, l’Agenzia ha dichiarato di voler provvedere, non appena il quadro riorganizzativo contenuto nella delega fiscale sarà più chiaro, ad un disegno per tappe che dia luogo ad una fusione integrale di tutto il personale.
Sugli idonei dei passaggi dalla 2^ alla 3^ Area l’Agenzia ha confermato la sua intenzione a effettuare l’operazione informando tra l’altro che sono in corso alcuni chiarimenti con Funzione Pubblica che sono prodromici all’operazione di inquadramento.

L’argomento della Mobilità nazionale sarà invece già discussa in una riunione tecnica che si terrà il 21.05.2015 per ritoccare e migliorare l’intesa dell’anno scorso. Questo dovrebbe permettere a breve  di addivenire all’espletamento di una nuova procedura prima dell’estate e riguarderebbe tutto il personale delle Dogane e dei Monopoli.

Sulla questione “Commissioni” dei Monopoli l’Amministrazione ha confermato che le somme introitate dai concessionari per l’importo destinato storicamente al personale potranno essere inserite nel Fondo del personale anche superando il tetto previsto dalla normativa vigente precisando che tale attività, quindi, rientrerà in pieno nelle attività tipiche e istituzionali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli superando quindi il concetto di servizio ai concessionari.

Ha inoltre comunicato che saranno già liquidati a breve i corrispettivi di straordinario e missioni in deroga al personale che dal 01.01.2015 ha partecipato alle Commissioni.

Inoltre ha proposto di addivenire ad un Accordo stralcio del Fondo 2015 per la definizione di indennità opportunamente modulate per riconoscere un contributo aggiuntivo per lo svolgimento di queste attività con erogazione mensile e che saranno quindi pensionabili e dovranno essere congrue, secondo l’Amministrazione,  all’intero impianto indennitario dell’Agenzia.

Si è quindi riservata nella prossima riunione di presentare una proposta articolata da discutere con le O.SS..

Come FP CGIL abbiamo precisato che una decurtazione elevata delle vecchie indennità rischia di provocare una mancanza di personale volontario con il rischio appunto di un abbassamento dell’adesione e quindi con l’attivazione di un processo organizzativo inizialmente non facile considerato che trattasi di attività istituzionale a cui il personale non può venire meno.

Abbiamo richiesto che nella circolare esplicativa fossero ben determinati i criteri di rotazione del personale oltre le possibilità di accesso alle varie commissioni.

Inoltre abbiamo affermato che riteniamo necessario, contestualmente a questo ragionamento, trattare il sistema indennitario dei Monopoli con particolare riferimento ad attività similari a quelle delle Commissioni, ovvero di controllo esterno (vedi verifiche presso depositi fiscali o Sale giochi) considerate le difficoltà connesse anche a queste specifiche funzioni.
L’Amministrazione – fa sapere infine Iervolino – si è impegnata a verificare le nostre proposte rimandando la discussione alla prossima riunione già prevista per il 26.03.2015.

PressGiochi