30 Settembre 2020 - 08:56

Abruzzo. Sui banchi della Regione i pdl ludopatia

Domani Mercoledì 25 marzo la Prima Commissione Bilancio della Regione Abruzzo affronterà la questione delle disposizioni per il contrasto al gioco d’azzardo e di quelle per la lotta alla ludopatia. Nel 2013 la Regione aveva

24 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

Domani Mercoledì 25 marzo la Prima Commissione Bilancio della Regione Abruzzo affronterà la questione delle disposizioni per il contrasto al gioco d’azzardo e di quelle per la lotta alla ludopatia. Nel 2013 la Regione aveva approvato il testo di legge “Disposizioni per la prevenzione della diffusione dei fenomeni di dipendenza dal gioco”, su iniziativa dell’assessore alle Politiche sociali, Paolo Gatti, e della presidente della V commissione Sanità del Consiglio regionale, Nicoletta Verì.

Tuttavia vari gruppi politici come il M5S e il Sel, da allora hanno sentito la necessità di apportare modifiche a quella norme proponendo dei nuovi pdlr. Così ha fatto nell’aprile 2014 il consigliere regionale di Sel, Franco Caramanico, che ha presentato progetto di legge per la prevenzione e il trattamento della dipendenza dal gioco d’azzardo lecito e per il recupero delle persone che ne sono affette. Lo scorso gennaio il Consigliere regionale Leandro Bracco (M5S) ha, invece, presentato una proposta di Legge per la «prevenzione e il contrasto alla ludopatia con la finalità di contrastare le dipendenze da gioco e recuperare i soggetti coinvolti con un apposito trattamento terapeutico. Inoltre la Legge prevede attività di informazione e sensibilizzazione tenuto conto delle singole specificità delle diverse tipologie di giochi d’azzardo.

PressGiochi