22 Settembre 2020 - 04:15

A Barcellona l’Euromat Gaming Summit. Temmink (Ue): “Al primo posto gli operatori devono mettere la tutela del consumatore”

Barcellona – Si è aperta questa mattina a Barcellona presso la sede del Majestic Hotel la seconda edizione dell’Euromat Gaming Summit, il vertice organizzato dall’associazione Euromat per far incontrare regolatori,

26 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Barcellona – Si è aperta questa mattina a Barcellona presso la sede del Majestic Hotel la seconda edizione dell’Euromat Gaming Summit, il vertice organizzato dall’associazione Euromat per far incontrare regolatori, esperti e operatori del gioco terrestre e affrontare insieme quelle che potranno essere le sfide dei prossimi anni proponendo le possibili soluzioni.

Un punto di incontro che questa mattina vede la presenza di numerosi illustri ospiti, primo tra tutti il funzionario della Commissione europea, presidente del gruppo di esperti della Commissione europea sui servizi di gioco d’azzardo, Herrie Temmink, che ha aperto il primo panel di lavori dedicato a comprendere ‘Che cosa significa la convergenza per l’industria del gioco terrestre europea?’ e al quale prendono parte operatori che stanno convergendo nel tentativo di trarre conclusioni generali sulle loro esperienze. Presenti alla prima tavola rotonda il segretario generale di Euromat Kieran O’Keeffe, la spagnola Jessica Ordova, di Mediatech Solution, Nick Harding, di Praesepe e l’italiano Vitaliano Casalone di Inspired Gaming Group.

 

Il commissario Herrie Temmink ha aperto in proprio intervento parlando di uno dei temi fondamentali che l’industria del gioco terrestre deve tenere in considerazione in questa fase ovvero della tutela dei consumatori e dei cittadini che partecipano ai giochi d’azzardo. “E’ dovere delle aziende in primis impegnarsi per garantire che l’offerta sia diretta a tutelare il giocatore. Oltre alla tutela del consumatore, sul fronte del gioco online, – ha ricordato Temmink -, va posta particolare attenzione alla necessaria collaborazione amministrativa tra i vari stati membri, alla prevenzione delle frodi e del riciclaggio di denaro e alla prevenzione del match fixing.

 

egs16Il segretario di Euromat, Kieran O’Keeffe ha ricordato l’importanza di dedicare attenzione alle normative vigenti sul mercato del gioco. “Anche se potrebbe sembrare che il tema del gioco non sia più sui banchi del Parlamento, vediamo con attenzione come a livello nazionale i vari Stati membri legiferino con costanza sul nostro settore. Gli obiettivi sono simili per tutti: tutela del consumatore e contrasto all’illegalità, senza tralasciare però la questione fiscale”.

L’Europa – ha detto O’Keeffe – rimane fondamentale nel suo ruolo di custode dei Trattati su cui si fonda l’Unione europea, tuttavia ad oggi non vi è alcuna prospettiva per una legislazione univoca a livello settoriale per il gaming. La regolamentazione è uno degli aspetti principali che influenza la vita dei mercati del gioco d’azzardo in Europa, per questo è fondamentale il lavoro svolto anche dalla Corte di Giustizia europea che con i suoi interventi riesce a cambiare i contesti nazionali del settore”.

 

Proprio in virtù dell’importanza della regolamentazione sul settore, il summit quest’anno ha voluto distinguersi per la presenza di numerosi regolatori. Si segnala infatti la partecipazione di Peter Naessens della Belgian Gaming Commission, per l’Italia di Elisabetta Poso dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, per la Spagna di Carlos Hernández Rivera, Director General of Gaming,  e di Fernando Prats, del governo regionale di Madrid.

 

Come ha infatti ricordato in questi giorni Eduardo Antoja, Presidente di Euromat: “O si decide di intervenire regolamentando o ci saranno gravi danni per la nostra industria: il valore aggiunto del vertice di questo anno è proprio quello di avere in una conferenza così tanti regolatori insieme”.

Nella giornata di oggi seguiranno le tavole rotonde dal titolo:

Coin-op and cash vs electronic payment: Is cash still king?

Player tracking: Does it help to improve social responsibility in gaming?

Does the AWP machine have a future in Europe?

Get to know the regulatorsQ&A with regulators from Spain, Italy and Belgium

Are manufacturers or operators driving the gaming machine market in Europe?

 

PressGiochi.it è partner ufficiale dell’evento.

PressGiochi