04 Agosto 2020 - 03:59

900 emendamenti al Decreto fiscale: da preu più alto per le Vlt a proroghe per le sanzioni legate alla lotteria degli scontrini

Circa 900 emendamenti per correggere e migliorare, almeno nelle intenzioni dei partiti, il decreto fiscale collegato alla manovra di Bilancio ora all’esame della commissione Finanze della Camera. Si va dalle

12 Novembre 2019

Print Friendly, PDF & Email

Circa 900 emendamenti per correggere e migliorare, almeno nelle intenzioni dei partiti, il decreto fiscale collegato alla manovra di Bilancio ora all’esame della commissione Finanze della Camera. Si va dalle sanzioni per i dispositivi antiabbandono a quelle per la lotteria degli scontrini.

 

Da tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione è stata proposta la proroga al primo luglio dell’applicazione delle sanzioni per commercianti ed esercenti che non accettano il codice fiscale (o il codice giocata), non consentendo così al cliente di partecipare alla lotteria degli scontrini.

 

Videlottery più costose per disincentivare il settore dell’azzardo e premiare chi le dismette nei propri locali. È l’obiettivo dell’emendamento di Davide Zanichelli e Luca Migliorino (M5S) che aumenta il Prelievo erariale unico sulle videolottery dal 9 al 10 per cento. «L’azzardo è un moltiplicatore economico negativo e ciò che genera danni sociali ed economici ai settori produttivi – osservano – va disincentivato guidando il settore verso la riconversione. Al contempo premiamo chi dismette le videolottery con forme di gioco sane». In sostanza, secondo i deputati pentastellati, «più flipper e calcio balilla e meno slot e Vlt».

 

PressGiochi