18 agosto 2019
ore 19:57
Home Estero Trasmissioni televisive estere e pubblicità del gioco d’azzardo: la Norvegia dice no

Trasmissioni televisive estere e pubblicità del gioco d’azzardo: la Norvegia dice no

SHARE
Trasmissioni televisive estere e pubblicità del gioco d’azzardo: la Norvegia dice no

La normativa norvegese per la promozione dei servizi di gioco d’azzardo ha ottenuto il benestare della Commissione europea. La proposta notificata a Bruxelles prevede infatti che la Norwegian Media Authority possa emettere disposizioni per impedire il marketing illegale dei giochi d’azzardo trasmessi tramite televisione o servizi di media audiovisivi on demand. Nello specifico il progetto mira a intervenire sulle pubblicità del gioco d’azzardo indirizzate alla Norvegia nelle trasmissioni televisive provenienti da altri paesi SEE.

 

Tali ordini possono essere emessi a chiunque possieda o metta a disposizione una rete che trasmette servizi di media audiovisivi in ​​cui si svolge marketing illegale di servizi di gioco d’azzardo. La proposta non specifica quali misure debbano essere attuate al fine di impedire la pubblicità sul gioco d’azzardo in questione. Il fornitore di rete avrà la facoltà di decidere quali misure attuare a tale riguardo, a patto che gli spettatori non siano esposti alla pubblicità illegale del gioco. Secondo il documento di consultazione pubblica, tali misure possono essere tecniche, ad es. oscurando o sfocando gli annunci pubblicitari.

La proposta ha un campo di applicazione limitato e fornisce all’Autorità norvegese dei media solo l’autorizzazione a emettere ordini per impedire il marketing illegale. Di conseguenza, la proposta non conferisce all’autorità norvegese dei media un potere completo di intervento.

 

La disposizione è formulata in modo che l’Autorità norvegese dei media “possa” emettere tali ordini se sono soddisfatte determinate condizioni. Nel valutare se un ordine debba essere emesso, l’autorità norvegese dei media valuterà se ciò costituisce una misura proporzionale nel caso specifico. Nella valutazione della proporzionalità, l’autorità norvegese dei media può tra l’altro tenere conto dei seguenti aspetti:
• Quanto gravi sono le violazioni della legislazione sul gioco.
• Quanto sarà difficile rispettare un ordine.
• Se la libertà di espressione e le considerazioni di informazione implicano che gli ordini non dovrebbero essere dati.
• Se lo scopo della misura nel singolo caso può essere raggiunto con mezzi meno invasivi. In questo contesto, occorre considerare se esistono altri mezzi meno invasivi per rispondere al marketing illegale.

 

Prima di emettere un ordine secondo il primo paragrafo, l’Autorità per i media norvegese deve ottenere una dichiarazione di consulenza da parte della Norwegian Gaming Authority. Nella dichiarazione, l’autorità norvegese di gioco valuta se il marketing specificato trasmesso in servizi televisivi o audiovisivi on demand viola la legalizzazione del gioco d’azzardo norvegese.

Secondo la legislazione nazionale norvegese, tutti i tipi di giochi d’azzardo sono vietati senza una licenza concessa a determinate condizioni dalla legge. Secondo la Sezione 2 del Gaming Act, il gioco d’azzardo in relazione a sport e altre competizioni, giochi numerici e macchine da gioco possono essere offerti legalmente al pubblico solo dalla società statale Norsk Tipping AS. Le società di giochi d’azzardo che non detengono una licenza ovviamente non possono pubblicizzare i propri giochi.

 

L’obiettivo di queste misure nazionali è la protezione dei consumatori. La legislazione sul gioco d’azzardo nazionale mira a garantire che i servizi di gioco d’azzardo siano offerti in forme sicure e responsabili, al fine di ridurre al minimo i problemi sociali legati al gioco d’azzardo.

 

Nonostante il divieto derivante dalla legislazione nazionale, vi è una notevole quantità di pubblicità sul gioco d’azzardo indirizzate alla Norvegia nelle trasmissioni televisive provenienti da altri paesi SEE. Le misure proposte impediranno solo la ritrasmissione del marketing. Il progetto non impedirà la ritrasmissione di trasmissioni televisive in quanto tali.

La proposta mira a limitare la commercializzazione illegale di servizi di gioco d’azzardo senza licenza nei servizi di media audiovisivi in ​​Norvegia.

 

La Norvegia ritiene che il progetto di misura soddisfi i criteri relativi all’interesse pubblico e alla proporzionalità e che la misura costituisca pertanto una restrizione giustificata alla libertà di stabilimento e alla libera prestazione dei servizi dell’accordo SEE.

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN