29 Settembre 2020 - 06:36

Emilia Romagna. Bertani (M5S): “Bene approvazione in Bilancio del divieto sulle ticket redemption”

Divieto di utilizzo da parte di bambini e minorenni delle macchinette che distribuiscono tagliandi premio, la verifica tra un anno dei criteri di accesso al fondo per il microcredito regionale

21 Dicembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Divieto di utilizzo da parte di bambini e minorenni delle macchinette che distribuiscono tagliandi premio, la verifica tra un anno dei criteri di accesso al fondo per il microcredito regionale che nella sua fase di attuazione rischia di penalizzare chi ha avviato da poco un’attività. Sono questi alcuni dei risultati rivendicati da Andrea Bertani, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, in merito al bilancio di previsione del 2017 approvato questa mattina dall’Assemblea Legislativa.

 

“Grazie al nostro pressing in Regione siamo riusciti ad ottenere due risultati molto importanti, sia per quel che riguarda la lotta al gioco d’azzardo patologico e sia per gli aiuti alle piccole imprese” spiega Andrea Bertani. Sul fronte dell’azzardopatia, infatti, il Movimento 5 Stelle aveva presentato un emendamento per vietare l’utilizzo dei ticket redemption, ovvero quei tagliandi rilasciati da giochi che possono essere utilizzati anche dai minori di 18 anni, che danno diritto a un premio non in denaro. Macchinette, seppur legali, che sono presenti in moltissime sale da gioco e centri commerciali e che, soprattutto nei bambini, possono generare atteggiamenti compulsivi.

 

“Il PD, pur respingendo il nostro emendamento, ne ha presentato un altro fotocopia che ha poi approvato – aggiunge Andrea Bertani – Siccome il nostro interesse non è quello di piazzare delle bandierine politiche sui singoli provvedimenti, ci fa piacere che il nostro lavoro sia servito a far accorgere al PD dell’esistenza di questo problema. Per noi si tratta di un altro piccolo tassello inserito nella lotta al gioco d’azzardo patologico e alla difesa dei più deboli di cui andare fieri, nonostante senza un apparente motivo, la nostra proposta sia stata bocciata e ripresentata dalla maggioranza”.

PressGiochi