14 Luglio 2024 - 18:21

Spagna-Germania, nei quarti c’è un’autentica finale anticipata. Quote e pronostici Netwin

Dopo aver eliminato autorevolmente Georgia e Danimarca, le due favorite per la vittoria finale si incrociano molto prima delle attese. Sfida ad altissima tensione a Stoccarda

03 Luglio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Germania e Spagna sono le due grandi favorite per vincere gli Europei, visto ciò che hanno espresso sul terreno di gioco, ma il tabellone tennistico sa spesso essere crudele. L’incrocio più atteso di Euro2024 avverrà infatti nei quarti di finale, in una parte di tabellone che prevede anche l’altro attesissimo duello tra la Francia e il Portogallo. Sarà sfida tra giovani talenti: Musiala da un lato, Yamal e Nico Williams dall’altro. Ma occhio all’esperienza di Morata e Fullkrug.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE ALLA PARTITA

La Spagna ha dominato contro la Georgia, che ha resistito per un tempo e ha anche vissuto la gioia del vantaggio iniziale, firmato dall’autorete di Le Normand. Dopo quel momento, però, le Furie Rosse si sono confermate tali: vittoria per 4-1, con Nico Williams e Fabian Ruiz sugli scudi.

Di fronte ci sarà una Germania che è passata in tre minuti dall’incubo al sogno: dalla rete annullata ad Andersen per il vantaggio danese, al rigore procurato dallo stesso difensore che è valso l’1-0. Musiala ha fatto il resto, col 2-0 che ha ipotecato la qualificazione ai quarti di finale di una delle favorite.

IL PUNTO SULLA SPAGNA

L’arrivo in panchina di Luis De la Fuente, ex ct dell’U21, al posto di Luis Enrique era stato molto contestato in terra spagnola. A un anno e mezzo di distanza, però, si può definire quell’operazione come un’assoluta vittoria. Il tecnico ha saputo creare un gruppo granitico, costruito anche sulla base dei talenti che aveva guidato nelle giovanili.

De la Fuente non ha avuto paura di affidarsi a due giovanissimi come Yamal (2007) e Nico Williams (2002), che dominano sulle corsie esterne. Dopo aver vinto il girone di qualificazione, rimontando la Scozia, la Spagna è stata una macchina da guerra. 3-0 alla Croazia, 2-0 all’Italia e 1-0 all’Albania nei gironi, poi il 4-1 alla Georgia negli ottavi: una sola rete subita e “autoprodotta”, con l’autogol di Le Normand.

IL PUNTO SULLA GERMANIA

Ottimo anche il percorso della Germania di Julian Nagelsmann, soprattutto considerando le condizioni del subentro dell’ex Bayern. Il 22 settembre veniva annunciato il suo debutto da ct, dopo che Hansi Flick era stato esonerato in seguito a una serie di sconfitte in amichevole, da ultimo il 4-1 subito dal Giappone. Nagelsmann ha trovato le macerie e ha ricostruito, dimostrando di saper osare.

La sua Germania mescola i veterani (Kroos e Gundogan) ai talenti del futuro, con Wirtz e Musiala al potere nel suo 4-2-3-1. Nagelsmann non ha avuto paura di lanciare giocatori funzionali e non sponsorizzati come Mittelstadt e Andrich, ricavandone risultati. Sette punti nel girone, dominato, e il 2-0 negli ottavi sulla Danimarca per approdare in carrozza ai quarti.

PROBABILI FORMAZIONI

Entrambe le formazioni hanno evitato pesanti squalifiche, dunque non ci aspettiamo grandi novità di formazione. Nella Spagna ecco il solito 4-3-3, con Yamal e Nico Williams esterni a supporto di Alvaro Morata. Spazio ancora a Fabian Ruiz in mezzo al campo, al suo fianco Rodri e Pedri. Cucurella e Carvajal gli esterni difensivi.

Sarà 4-2-3-1 invece per la Germania, che recupera Jonathan Tah: il perno difensivo del Leverkusen tornerà al fianco di Rudiger, con Kimmich e Mittelstadt esterni difensivi. In mezzo la classe di Kroos e la quantità di

 

Andrich, con Musiala e Wirtz esterni: sulla trequarti Gundogan, che supporterà Havertz. Fullkrug parte dalla panchina.

SPAGNA (4-3-3) – Unai Simon; Carvajal, Le Normand, Laporte, Cucurella; Pedri, Rodri, Fabian Ruiz; Yamal, Morata, Nico Williams.

GERMANIA (4-2-3-1) – Neuer; Kimmich, Rudiger, Tah, Mittelstadt; Andrich, Kroos; Musiala, Gundogan, Wirtz; Havertz.

PRONOSTICO E CONSIGLI GIOCATA

Sono solo 26 i precedenti tra la Spagna e la Germania, con uno score sostanzialmente in pareggio: nove vittorie tedesche, nove pareggi e otto successi iberici. La Germania non batte però gli spagnoli, in gare ufficiali, dagli Europei del 1988: pesante il ko nella Nations League 2020/21 (6-0), mentre negli scorsi Mondiali arrivò un 1-1 nei gironi.

Quote sostanzialmente in pareggio, con la vittoria della Spagna e quella della Germania che hanno le medesime probabilità. Si tratta di una finale anticipata e, in quanto tale, ci aspettiamo sia lo spettacolo che l’alta tensione. I tipster di Netwin consigliano l’X quotato 3.20, che vorrebbe dire supplementari. Mercato alternativo l’Over 2.5 quotato a 1.97.

 

PressGiochi

×